sudpresslogo
SUDPRESSLOGO

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:

IN EVIDENZA


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

UNICT, hanno fatto anche questa: l'imputata Marina Paino "confermata in segreto" Direttore di Scienze UmanisticheSudStyle Talk alle 11 in diretta: "Con un Iphone si può raccontare la Storia o scattare una Poesia?""Non è mai indolore cambiare un ceto politico inadeguato"Museo Diocesano di Catania, venerdì e sabato 31 relatori e 4 moderatori su "Arte e Gender"UNICT, "Università Bandita 2": rinviati a giudizio Enzo Bianco, Orazio Licandro, Maria Antonietta Paino e altri 42 baroni, baronetti e baronucciAll'Ardizzone Gioeni la mostra di fotografi down "Innocenti scatti di emozioni"UNICT: ma la pagano la TARI su Torre Biologica?Elezioni, Centrodestra in affanno: Musumeci perde anche Caltagirone, avanti gli autonomisti, PD-5Stelle ci credonoIl Teatro Stabile presenta il suo bilancio: una buona praticaSudStyle Talk in diretta alle 11 di Teatro si parla con un Gigante: Eugenio Barba

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

SudStyle Talk: alle 11 in diretta la "Sicilia Fredda"

12-09-2021 07:00

SudTalk

Cronaca, SudStyle, SudTalk, Focus,

SudStyle Talk: alle 11 in diretta la "Sicilia Fredda"

Ospiti Alfonso Leto, Ignazio Squillaci, Roberta Randisi ed Enzo Fiammetta

Il matinèe di questa domenica con il direttore di SudStyle Aldo Premoli condotto dal direttore editoriale del Gruppo Sudpress Pierluigi Di Rosa ci porterà in un luogo dove l'Arte si sposa con la magia di un paesaggio unico.

 

In studio Alfonso Leto, artista e curatore che ha già partecipato ai nostri Talk, con l’assessore Ignazio Schillaci che in quelle località sono residenti. 

Come pure Roberta Randisi che ha scritto il testo critico della mostra. 

Non poteva mancare Enzo Fiammetta (altro frequentatore dei nostri Talk) Direttore del Museo delle Trame Mediterranee, Fondazione Orestiadi di Gibellina che ha collaborato fattivamente alla manifestazione.

 

Oltre che sulle home page delle testate del gruppo, si andrà in diretta alle 11 sulle pagine Facebook di Sudpress e SudStyle e sul canale Youtube.

 

Le puntate di SudStyle Talk sono riproposte ogni venerdì alle 19.30 su PrimaTV (canali 87 e 666 del digitale terrestre), in collaborazione con Umberto Teghini e Lucy Gullotta di SicraPress.

 

 

Nella  “Sicilia fredda” arriva una mostra d’arte come nessuna altra.

 

Santo Stefano Quisquina è un comune di poco più di 4.000 abitanti in provincia di Agrigento, al centro dell’area dei monti sicani.

 

Ora, fuori stagione e fuori dai flussi turistici che si sono ammassati sulle coste durante l’estate, inaugura domenica 12 settembre una mostra d’arte contemporanea intitolata “La Sicilia fredda”. 

 

Aldo Premoli è andato lì a raggiungere l’amico Alfonso Leto che l’ha ideata e collocata nella legnaia dell’eremo nei luoghi del culto devozionale di Santa Rosalia, dove ora vengono esposte le opere di 21 artisti fortemente radicati nella zona.

 

Il titolo della mostra,“ La Sicilia fredda”, tratto dal romanzo di Leonardo Sciascia “Il Cavaliere e la morte”, ha un carattere programmatico richiama la visione dei paesaggi ammantati di neve con quel “bianco che ci colpisce come un grande silenzio che ci sembra assoluto… 

 

E’ un silenzio che non è morto, ma è ricco di potenzialità.  

 

Di neve da tempo se ne vede meno, ma resta il silenzio come sorgente nascosta, come principio attivo, creativo e poetico. 


alfonsoleto-1631390468.jpg

ALFONSO LETO è nato a S.Stefano Quisquina nel 1956.

 

Artista siciliano tra i più attivi e rappresentativi della sua generazione.

 

Già negli anni giovanili la sua presenza è ben inserita nell’ambiente artistico sperimentale della Palermo degli anni ‘Settanta e ‘Ottanta.

 

Nel 1987, alla sua prima mostra di rilievo, nell’eremo della Quisquina, presentata da Fulvio Abbate e Achille Bonito Oliva.

A questa mostra ne seguono molte altre, personali e di gruppo, a Roma e in gallerie e musei italiani e stranieri, tra cui: Palazzo delle Esposizioni -1992- e Galleria d’Arte Moderna – 1999- a Roma; XLIV Premio Michetti (1993); Fondazione Ludwigh, L’Avana ; Palais de la Culture, Algeri ; Air space Museum, New York; Fondazione Orestiadi di Gibellina; Parlamento Europeo, Bruxelles. Sue opere sono in collezioni private italiane e nei principali musei d’arte contemporanea siciliani.
 

Nel 2009 le Fabbriche chiaramontane di Agrigento espongono una selezione retrospettiva delle sue opere degli ultimi 10 anni, presentata da un saggio di Achille Bonito Oliva.

 

Nel programma di ‘Manifesta’ 2018, la Città Metropolitana di Palermo, nella sede di Palazzo Sant’Elia, gli dedica una ricca retrospettiva prodotta dalla Fondazione Orestadi, che raccoglie opere dal 1977 ad oggi, a cura di Marco Meneguzzo.
 

Ha sempre collaborato con riviste e pubblicazioni d’arte e di narrazioni. Nel 2016 pubblica il suo primo romanzo, “L’oscurato”, edito da Navarra, Palermo.
 

Alfonso Leto Vive a S.Stefano Quisquina (AG).

 

È stato per molti anni docente di Arte e Immagine nella scuola media, orientando la propria attività didattica a trasmettere i linguaggi espressivi contemporanei tra le più giovani generazioni.


robertarandisi-1631390717.jpg

ROBERTA RANDISI è nata a Palermo nel 1990. 


Ha conseguito la Laurea triennale in Discipline delle arti della musica e dello spettacolo presso l'Università degli studi di Palermo e si diploma in Didattica Museale presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo con una tesi in Fenomenologia delle arti contemporanee.

 

Frequenta a Firenze, il corso per l'Organizzazione e l'allestimento di mostre d'arte (Istituto per l'arte e il restauro Palazzo Spinelli). Ha collaborato con la galleria d'arte Pinksummer Contemporary art spazio pop-up Palermo “Manifesta12” e per la residenza creativa “Le Luminarie” con sede a Balestrate, Sicilia.  

Nel 2015, durante gli studi accademici, assiste l'artista Marco Godinho successivamente chiamato a rappresentare il Granducato di Lussemburgo alla LVIII Biennale di Venezia. 


Attualmente lavora come contributors per la rivista d'arte online “Balloon Project” e in forma privata,  promuove la ricerca degli artisti più giovani promuovendone la ricerca e studiandone i linguaggi.
 

Tra i principali progetti curatoriali: “Essere Giovanni Piazza”, in collaborazione Alfonso Leto e l'Ossevatorio Outsider Art (www.outsiderartsicilia.it), S. Stefano Quisquina (AG), 2019; Contemporary shot focus, Dodicesima Giornata del contemporaneo, Magazzini Posta/Hotel Posta, sostenuta da AMACI, Assessorato alla Cultura del comune di Palermo, GAM Galleria d'arte moderna di Palermo, Verain Dusseldorf Palermo, 2016; Debut #1, un progetto di Stefania Galegati Shines e Accademia di Belle Arti di Palermo, Teatro Garibaldi, Palermo, 2015. Vive a Palermo e S.Stefano Q.  suo luogo di origine.


ignazioschillaci-1631391183.jpg

IGNAZIO SCHILLACI è nato a Stefano Quisquina nel 1956.


Architetto, con all’attivo un più che trentennale esercizio professionale, docente di Disegno e Storia dell’arte nel “Liceo Classico Pirandello” di Bivona.

 

Assessore alla Cultura al Comune di S.Stefano Quisquina nel primo mandato del sindaco Francesco Cacciatore, con all’attivo diverse attività legate alla promozione culturale del territorio.

 

Dal 2017, al secondo mandato di sindacatura dello stesso sindaco, è assessore all’urbanistica. Per il Comune di S.Stefano Quisquina, ha curato alcuni fondamentali aspetti progettuali ed esecutivi della mostra La Sicilia Fredda.


enzofiammetta-1631391838.jpg

ENZO FIAMMETTA si laurea in Architettura, e collabora con l’Istituto di Disegno Industriale della Facoltà di Architettura di Palermo.

 

Dottore di Ricerca in disegno Industriale e Arti figurate presso il Politecnico di Milano, ha indirizzato la sua ricerca ed attività progettuale nei settori del disegno industriale e e della museologia collaborando con: Francesco Venezia, U. La Pietra, A. Guerriero, D. Santachiara. 

E’ stato professore a contratto nella scuola di specializzazione in Disegno Industriale dell’Ateneo di Palermo
Sue opere sono state esposte a Parigi, Vienna, Barcellona, Napoli, Milano, Monaco, Amsterdam, Bruxelles e pubblicate su Lotus International, Modo, Domus, Area, ADS, WWN, Fascicolo, Nuove Effemeridi, Labirinti.

 

È direttore  del Museo delle Trame Mediterranee della Fondazione Orestiadi di Gibellina - premio ICOM 2011 per il miglior progetto di mediazione culturale in Italia – dove ha sviluppato fin dalla sua apertura, nel 1996, con Ludovico Corrao la sua ricerca sui caratteri comuni nella produzione artistica delle culture del Mediterraneo.

 

Numerosi progetti alcuni con Achille Bonito Oliva, sono stati presentati nelle principali capitali del mondo arabo e in medio oriente 

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder