sudpresslogo
sudpresslogo

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:

mof edizione 2022

telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Presentato il concerto-evento "Emozioni", Mogol con Gianmarco Carroccia al Teatro Bellini il 18 giugnoIntervista ad Antonio Balsamo, presidente del Tribunale di Palermo23 maggio 2022: la cultura mafiosa celebra il suo trionfo. Perché ha vintoI TALK. SudPress e SudStyle in diretta alle 10.00: "SIAMO TUTTI EDIPO!"Dinamometri: caratteristiche e vantaggi dei modelli digitaliAd Aci Trezza Il Ciclope di Ligama illumina Villa Fortuna"Esterno notte"...un dispiacere essere solo in dieci in salaOrdine pubblico a Catania, interrogazione alla Camera e risposta del tutto inadeguata del MinistroLungomare di Catania dedicato (per finta) a Franco Battiato: il tripudio non è unanimeFondazione Taormina Arte: accesso agli atti sulla nomina del Sovrintendente Ester Bonafede

ASP Catania e Covid: prorogati per altri 6 mesi 581 incarichi professionali per 8 milioni 500 mila euro (oltre

10-08-2021 07:06

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, covid spese & C.,

ASP Catania e Covid: prorogati per altri 6 mesi 581 incarichi professionali per 8 milioni 500 mila euro (oltre oneri previdenziali)

Ci sono anche assistenti sociali ed educatori professionali

prorogaasp-1628569599.png

Senza che sia necessario indugiare in commenti che ormai possono apparire superflui, cominciamo da oggi una carrellata di costi correlati all'emergenza Covid 19 e che ciascuno dei lettori potrà alla fine valutare in termini assoluti ma soprattutto in relazioni ai risultati ottenuti da una gestione che, al di là di ogni mistificazione pro o contro, pone la provincia di Catania tra le peggiori in Italia e molto probabilmente in Europa.

 

Stanno tentando di tutto, non c'è che dire, comprese iniziative estemporanee ed alcune veramente naif: dai vaccini nelle chiese (un flop) a quelli in noti locali della movida (un super flop).

 

In alcuni casi non si capisce in base a quale ratio viene scelto un locale notturno o un lido piuttosto che un altro, in ogni caso conferendo ai prescelti insperata e gratuita pubblicità a scapito della legittima concorrenza.

 

Peraltro con risultati risibili: pare che il super reclamizzato intervento presso il noto lito-locale notturno Bellatrix abbia prodotto la somministrazione di appena 6 vaccini, con enorme spreco di risorse economiche e umane: era proprio il caso?

 

Cominciamo allora, per affidarci ai numeri lasciando ai lettori ogni valutazione, con una delibera approvata nei giorni scorsi: la 1166 del 6 agosto 2021.

A firmare la delibera il direttore generale Maurizio Lanza con il direttore sanitario Antonino Rapisarda ed il direttore amministrativo Giuseppe Di Bella.

 

La delibera viene pubblicata con gli allegati denominati da A alla lettera G, omettendo curiosamente l'allegato H che è quello relativo al prospetto di spesa: lo avranno dimenticato.

 

A leggere la delibera si evidenzia che la spesa presunta raggiunge per i sei mesi di proroga (1 agosto-31 dicembre 2021) la considerevole somma di 8 milioni 416 mila euro, oltre oneri previdenziali.

schermata2021-08-10alle06-42-01-1628571105.png

Con questo provvedimento vengono quindi prorogati, (e quindi erano già impiegati) ben 581 incarichi professionali con lo strumento dei co.co.co.

 

Per la precisione si tratta di:

 

  • 196 assistenti tecnici;
  • 246 assistenti amministrativi;
  • 33 collaboratori amministrativi;
  • 23 collaboratori ingegneri;
  • 34 assistenti sociali;
  • 15 farmacisti;
  • 36 educatori professionali.

 

Ciacuno viene impiegato per 30 ore settimanali.

 

Qualche calcolo:

La retribuzione media per ciascun operatore sarà, salvo straordinari ed al netto dei contributi previdenziali, di 14.485 euro per i 5 mesi di impiego, cioè 2.897 al mese: circa 25 euro l'ora.

 

Niente di stratosferico, sia chiaro, soprattutto se raffrontato agli oltre 8 mila euro mensili impegnati per i medici neo laureati senza specializzazione messi a fare tamponi, ma il tema che resta irrisolto è: sono stati e saranno impiegati al meglio?

Hanno raggiunto, e raggiungeranno, gli obiettivi ragionevolmente attesi?

 

ATTENZIONE: A QUESTI VANNO AGGIUNTI MEDICI E INFERMIERI, SIA LE CENTINAIA ASSUNTI DALL'ASP CHE ALTRETTANTI TRAMITE AGENZIA INTERINALE E PAGATI DIRETTAMENTE DALLA PROTEZIONE CIVILE.

 

"Lo scopriremo solo vivendo" e, soprattutto, se pubblicheranno i dati reali delle vaccinazioni effettuate, magari confrontandoli con altre realtà dove sono state effettuate ben altre scelte con risultati decisamente diversi.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder