Sporcizia, rifiuti e liquidi versati dove capita e senza alcuna sorveglianza. Questa è la situazione che da tempo riguarda i camion dei panini e che ormai governano il capoluogo etneo destando malumore da parte di molti cittadini che abitano in zona e dei quali Sudpress ha raccolto le segnalazioni: “Dovrebbero aumentare i controlli! Non se ne può più della spazzatura in giro per la città. Si crea troppa sporcizia e rifiuti lasciati in giro dalle persone vengono sparpagliati dal vento! Questo condanna la città a un aspetto indecoroso”

Stazione, viale Africa e Ognina: queste sono alcune delle zone più note di Catania dove si trovano i cosiddetti paninari. Un business che dura da molto tempo e talmente consolidato che nessuno verifica cosa succede durante e dopo queste attività. Spesso, i luoghi intorno a queste zone sono cosparsi di spazzatura lasciata incivilmente: carte, vaschette di alluminio, tovaglioli abbandonati nei prati, forchettine di plastica a terra, pezzi di cibo e chi più ne ha più ne metta. Insomma la situazione di scarsa pulizia che si viene a creare non è delle migliori considerando che la sporcizia attira inoltre insetti e pulci.

Ma vediamo da vicino cosa succede nelle singole zone.

Alla stazione, in pazza Giovanni XXIII, alle spalle dei camion dei panini, in mezzo alla terra delle aiuole, si trovano vaste chiazze di liquidi con schiuma. La situazione è ben visibile in piena mattinata e sotto gli occhi di tutti, ma nessuno passa mai a controllare per capire cosa siano questi liquidi.

Si passa poi ai camion dei panini in viale Africa poco lontano dall’area di sgambamento per cani. Immediatamente vicino ci sono grandi aiuole con prato e in mezzo “ovviamente” numerose carte, vaschette di alluminio, lattine e rifiuti di ogni tipo. Segno evidente che sono lasciati dalle persone che si recano li per consumare. Insomma anche qui ben poca civiltà e la pulizia lascia davvero a desiderare.

Situazione simile per a Ognina in via del Rotolo dove anche in questo caso quel poco di verde che c’è intorno è spesso e volentieri deturpato da spazzatura di ogni tipo.

Ci si domanda dove sia la sorveglianza sia per i proprietari dei camion, nel momento in cui devono fare pulizia e liberarsi dei liquami, sia per i clienti che immancabilmente sporcano dove capita.

Sudpress ha ascoltato alcune lamentele da parte di cittadini che abitano in quelle zone e che manifestano il loro disappunto per la sporcizia che si crea.

“Qualche volta mi è capitato di mangiare il panino da loro –spiega Luigi, un ragazzo di Ognina-. Non sono contro i camion dei panini, ma penso che dovrebbero esserci più rispetto ed educazione da parte di chi, con molta noncuranza, getta tutto a terra perchè la spazzatura, se c’è un po di vento, ce la ritroviamo ovunque. Mi chiedo anche: i proprietari dove buttano i liquidi come olio o saponata?”

“Le persone buttano di tutto in giro –racconta invece la signora Anna- ma qualcuno dovrebbe comunque pulire, anche gli stessi proprietari dei camion. E sicuramente dovrebbero esserci più controlli! Non se ne può più di vedere rifiuti per la città, se poi ci si mettono anche loro non c’è scampo!”

La zona di piazza Eroi D’Ungheria, altro punto di riferimento importante per i catanesi assidui frequentatori dei camion dei panini, al contrario pulita e senza rifiuti. Ma perché questa differenza?