sabato - 23 febbraio 2019

Padre Mario risponde ad Aldo Premoli. E lo fa su WhatsApp

C’è una logica quando una testata come Sudpress pubblica certi articoli? Forse si. Forse no…Forse…

SIMONE-DEI-PIERI-ATLAS-ONLUS-GLOBAL-YOUTH-LEADERSHIP-AWARD

Il “nostro” Simone Dei Pieri insignito del GLOBAL YOUTH LEADERSHIP AWARD 2019

Siamo particolarmente contenti di segnalare che Simone dei Pieri, brillante membro delle squadre SudPress-SudLife, verrà insignito, durante una prestigiosa cerimonia presso la National Assembly Hall di Kathmandu, del premio GLOBAL YOUTH LEADERSHIP AWARD 2019. Complimenti ancora ad un ragazzo che si è sempre dato da fare per migliorare il mondo con dei progetti importanti, ti

Sequestro della DIA ad esponente del clan Nardo di Siracusa

Dalle prime ore della mattinata la DIA di Catania sta eseguendo un decreto di sequestro per circa 300 mila euro nei confronti di Giuseppe PETULLA’, 46enne ritenuto contiguo all’organizzazione mafiosa “Nardo” egemone nella provincia di Siracusa e collegata alla più potente e pericolosa organizzazione criminale mafiosa “Santapaola” di Catania.

Gioventù Nazionale inaugura aula studio in Corso Sicilia

Se i ragazzi, di destra, sinistra, centro, sopra, sotto e dovunque si collochino, ricominciassero a riunirsi per discutere alla luce del sole delle loro idee, interessi, visioni, sogni, forse qualche speranza potrebbe riaprirsi. Riceviamo e pubblichiamo quindi con favore il comunicato che annuncia l’iniziativa del movimento Gioventù Nazionale che il 21 febbraio inaugura la nuova aula studio

“Caso Ilaria”, DUSTY respinge le dimissioni: “Una vicenda indegna”

Scende in campo personalmente l’amministratore unico della DUSTY Rossella Pezzino de Geronimo per confermare come l’assunzione della giovane Ilaria La Mantia abbia avuto un percorso più che trasparente. La ragazza si è dimessa a seguito di un pesante attacco mediatico per il fatto che era stata candidata alle scorse comunali, temendo di mettere in difficoltà

Prove tecniche di “Strategia della Tensione”? Si ricomincia?

I TG di oggi hanno lanciato la notizia dell’arresto di 7 anarchici, una cellula terroristica attrezzata a colpire per sovvertire le istituzioni democratiche: questo l’allarmante messaggio lanciato dagli investigatori presenti alla conferenza stampa.  Una roba inquietante, che riporta la mente a parecchi anni fa, i terribili ’70 di cui i meno giovani ricorderanno bene, quando

Asili nido: il comune pagherà due mensilità e lunedì riaprono

È una goccia nel mare dei problemi causati dalla criminale gestione amministrativa degli ultimi decenni del comune di Catania, ma qualche spiraglio sperando che si riesca quanto prima a tornare ad un minimo di decenza nei rapporti tra il comune ed i suoi creditori, almeno quelli legittimi. Tra questi certamente le migliaia di lavoratrici e

Caso Consiglio di Difesa, la replica dell’amministrazione Pogliese

La nota integrale del Comune di Catania in merito alla vicenda di cui abbiamo dato notizia in data odierna.

Inquinamento zona ionica: il sindaco di Mascali chiede che si faccia luce sulla questione

Mancano ancora diversi mesi all’estate, ma in Sicilia anche un po’ prima, è possibile godere delle spiagge e del sole e, temperature permettendo, fare anche qualche bagno. Per questo e altri motivi, il sindaco di Mascali, paesino della costa ionica, Luigi Messina chiede spiegazioni alla Guardia Costiera di Messina e alle autorità competenti affinché si

Guardia di Finanza: sequestrato patrimonio da 520.000 euro per evasione fiscale

Altro enorme patrimonio, composto da beni e denaro, sequestrato dalle fiamme gialle per evasione fiscale. In questo caso i destinatari del provvedimento sono le aziende pubblicitarie di Bronte “Kronos Pubblicità S.R.L.”, e “Kronos Pubblicità di Schilirò Eugenio”. La prima è rappresentata dalla moglie di Schilirò, Nicolina Barbagiovanni, mentre la seconda è una ditta individuale. I

Arrestato latitante violento: era nascosto in un rudere tra gli scogli come un orco

L’uomo era stato condannato dai giudici della Corte di Appello di Catania ad 8 anni di reclusione per violenza sessuale aggravata e maltrattamenti in famiglia e dal giorno della sentenza era latitante. I Carabinieri hanno però scoperto il suo singolare nascondiglio, cioè una spelonca in mezzo alla vegetazione nella zona della “Timpa” tra Acireale e

Operazione ‘Pupi di Pezza’: il commento del Sindaco Pogliese

“Sono dispiaciuto e amareggiato per la vicenda giudiziaria che investe mio padre per la sua attività professionale, nota e apprezzata a Catania e in Sicilia. Per antica tradizione familiare e culturale, ho sempre riposto la massima fiducia nella magistratura a cui è rimessa ogni valutazione sulle accuse mosse.  Con altrettanta convinzione sono sicuro che mio

Blitz della Guardia di Finanza: coinvolti noti professionisti catanesi

Con un comunicato delle 7,25 la Procura della Repubblica ha dato annuncio della conferenza stampa indetta per le 10.30 in cui verranno resi noti i dettagli di un altra importante operazione della Guardia di Finanza di Catania che ha smantellato un’associazione a delinquere finalizzata a compiere vari reati economici: 11 misure restrittive. IN AGGIORNAMENTO

Ripetuti casi di malasanità scoperti dai Nas: ricavi massimizzati a danno dei pazienti

La struttura in questione è la casa di cura “Di Stefano Velona s.r.l.”, e per gli amministratori, il direttore sanitario e tre dipendenti di questa, il GIP ha emesso misure cautelari personali e reali, perchè accusati di aver falsificato moltissime cartelle cliniche, tra cui anche quella del paziente che ha denunciato l’accaduto dopo aver scoperto

Dissesto: dal Senato parte la richiesta di un’ispezione ministeriale sui conti del comune

Non è la prima volta che viene chiesto un intervento, ma i ministri precedenti non hanno mai risposto. Adesso il mutato quadro politico potrebbe finalmente consentire qualche accertamento. Sarà la volta buona o aspettiamo che prima i francesi si ritirino dalle colonie africane? IL TESTO INTEGRALE DELL’INTERROGAZIONE.

Peculato all’ospedale di Acireale: arrestati 2 dipendenti, incassavano i ticket

Il provvedimento è scattato questa mattina. Si tratta degli addetti alla riscossione dei ticket Camillo Nicotra e Alfio Principato, dipendenti dell‘ASP di Catania in servizio presso l’ospedale di Acireale che avrebbero sottratto almeno 500 mila euro.

GRAN CASINO ELETTORALE

Ormai tutto quanto attiene alla politica italiana, e siciliana in particolare, sfugge alla logica. Una volta le sue dinamiche si studiavano nelle facoltà di Scienze Politiche o Storia, oggi possono agevolmente passare ai dipartimenti di Psichiatria. L’ultimo caso riguarda il prossimo turno elettorale: Il governo regionale ha deciso che i siciliani nell’arco di un mese

GdF, arrestato l’imprenditore Giuseppe Zappalà: “agevolazioni” da un politico catanese per truffare Riscossione

Gli accertamenti hanno evidenziato un complesso sistema di evasione fiscale: l’obiettivo era lo svuotamento progressivo della società cooperativa Oscar Bril, fortemente indebitata. Zappalà avrebbe fatto confluire i rami d’azienda – costituiti dai contratti d’appalto con Enti pubblici – verso altrettante società operanti nel medesimo settore e gestite da soggetti a lui collegati allo scopo di

Il sindaco Pogliese interviene sui gravi fatti che hanno turbato la festa di Sant’Agata

In merito ai fatti accaduti nella fase finale dei festeggiamenti a Sant’Agata, il sindaco Salvo Pogliese ha diffuso una dura nota con la quale condivide l’atteggiamento di repulsione assunto da Mons. Scionti. FINALMENTE SI COMINCIA AD ISOLARE I DELINQUENTI!!! Prendere posizione è un buon segnale, importante.

Grande successo per il pranzo dell’ODA a San Nicola per onorare Sant’Agata

“Un cero in meno, un pasto in più”, nel nome di Agata. Questo il messaggio che ha voluto lanciare la Fondazione ODA di Catania, per il primo pranzo di beneficenza in onore della Santa Patrona. Un bel momento di fratellanza e condivisione, occasione per ribadire l’importanza dell’accoglienza e del conforto a chi ha più bisogno,

Messina, avvocati e commercialisti a capo di una gang

L’hanno definita Operazione “Default” gli investigatori della Guardia di Finanza che hanno sgominato un’organizzazione con a capo due avvocati e un commercialista. 16 le misure cautelari (due ordinanze di custodia cautelare in carcere, tre agli arresti domiciliari e undici interdizioni) con sequestro di beni del valore complessivo di circa 15 milioni di euro, nei confronti dei

Caso Sea Watch: ecco come la pensa la Procura di Catania

La Procura della Repubblica di Catania ha deciso di emanare un comunicato ufficiale per chiarire i passaggi salienti del caso che sta impegnando in polemiche fuori misura l’intero continente. In una città, Catania, in cui non resta che sbattere la testa contro il muro, almeno finché non si sgretola anche quello, non ci resta che

Sequestrati beni per tre milioni di euro a referente degli Ercolano di Scordia

Il sequestro comprende attività commerciali, beni mobili, immobili e soldi, per un valore totale di tre milioni di euro. L’intero ammontare è da ricondursi a Rocco Biancoviso, classe 1967, già arrestato due volte in passato perchè appartenente a Cosa Nostra etnea, nell’ambito dell’operazione “Chaos 2” e per estorsione aggravata durante l’operazione “Pizzini”

Login Digitrend s.r.l