domenica - 25 agosto 2019

Elezioni rettore: niente quorum tra pasticci sulle schede e il personale che diserta le urne

Ieri sera, in corso di spoglio, abbiamo segnalato, più per boutade che altro, che qualcosa non andava nel calcolo delle schede votate. Invece i pasticci ci sono davvero. Sul piano dei risultati risulta avanti il candidato Priolo che però non raggiunge il quorum richiesto: si rivota il 26. Il personale amministrativo ha clamorosamente disertato le

Elezione direttore Biometec: seconda votazione con sorpresa

Fumata nera anche in seconda votazione, dove era richiesto un quorum della maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto. Ma…

POVERA PATRIA

Al termine del dibattito di martedì 20 agosto 2019 al Senato della Repubblica che ha aperto la crisi più idiota e pericolosa della storia repubblicana, avevamo pochi dubbi sul livello degli interventi di questi incredibili dirigenti politici e infatti ci sono definitivamente cadute le braccia, facendoci venire in mente del tutto automaticamente la disperata poesia

Elezioni direttore Biometec: in difficoltà la “continuità”, si deve rivotare

Il dato più significativo è il tramonto del monopolio assoluto esercitato sinora dal prof. Filippo Drago, finito nelle maglie della procura catanese che a seguito dell’indagine della Digos “Università Bandità” ne ha chiesto l’arresto ottenendo dal GIP la sua interdizione ancora in corso.

UNICT: depositato ricorso per l’annullamento delle elezioni del 23 agosto

Torna in campo la Giustizia Amministrativa per dirimere le temerarie vicende dell’Ateneo catanese, proprio come nel 2015 quando furono i ricorsi e la tenacia della prof. Febronia Elia a mandare a casa il peggior rettore di tutti i tempi, quel Giacomo Pignataro finito interdetto dal GIP e con richiesta di arresto da parte della Procura

UNICT: elezione direttore Biometec tra “continuità”, “discontinuità” e qualche nervosismo

In attesa che il 23 agosto si svolgano quelle contestatissime per l’elezione del rettore dell’ateneo catanese, questo lunedì 19 si terranno intanto quelle per sostituire il direttore di quella che una volta era in parte la facoltà di Farmacia, oggi Dipartimento Biometec tra i 4 afferenti Medicina, sinora regno incontrastato del prof. Filippo Drago, finito

Al Commissario dell’ERSU Alessandro Cappellani il nostro articolo è parso “strano”: glielo spieghiamo

Lo abbiamo scritto: a Catania accadono cose lunari. Ormai non ci stupiremmo neanche se accadesse che all’Università di Catania un professore ordinario, Primario di un reparto di chirurgia del Policlinico pubblico, e per giunta aspirante niente meno che Direttore di Dipartimento (pubblico) si facesse operare…in una clinica privata: se non ha fiducia della struttura pubblica che

ERSU e la strana storia del “Lodo Arbitrale”

Di storie strane nei dintorni del  mondo universitario catanese ce ne sono, ne abbiamo raccontato e documentate a decine, costano milioni di euro ai contribuenti ed in particolare agli studenti, ma alla fine qualcuno ci guadagna sempre. Quella di cui ci occupiamo oggi è proprio strana e parte, o meglio finisce, con il decreto n.33

Si è spento Enrico Aloisi, patron del 22

Sapevo che stava male, ma non si è mai pronti ad accettare che gli amici con cui uscivi quando avevi splendidi e spensierati 14 anni possano andar via così presto e così dolorosamente. Non ci si vedeva per anni, ma quando ci si incontrava l’abbraccio e la battuta cancellavano in un colpo 40 anni, con

Ospedale Cannizzaro: bloccato appalto da 150 milioni perché…hanno la rete lenta

La delibera 1770 del 23 luglio 2019 a firma del direttore generale dell’Azienda Ospedaliera per l’Emergenza Cannizzaro di Catania Salvatore Giuffrida andrebbe inserita nei manuali di storia per far capire alle prossime generazioni come funzionasse l’Italia di questi anni, un paese dove non funziona niente…

Festival del Cinema di Taormina: Videobank ringrazia i direttori artistici Bizio-Casadonte ed esprime grande soddisfazione per la conclusione dell’ambiziosa esperienza biennale

Videobank, con un comunicato diffuso nel pomeriggio, ha ringraziato i co-direttori artistici Silvia Bizio e Gianvito Casadonte. L’azienda leader nelle telecomunicazioni, giunta al termine dell’incarico biennale, ha espresso “il più sincero ringraziamento ai co-direttori del Taormina Film Fest per il brillante operato svolto nelle due edizioni e per il percorso compiuto insieme.”

Camera di Commercio SudEst: TRASPARENZA ZERO

L’unica cosa che si sa è che l’attuale governance vuole vendersi l’aeroporto dei catanesi, (ricevuto in dote per legge senza metterci una lira): una storia ancora tutta da capire e scrivere. Un’altra operazione che sembra in cantiere la rilevazione, per trasformarlo in “ente fiera”, del Centro Commerciale all’Ingrosso di Bicocca, un investimento privato che pare

Teatro Antico di Taormina: dal 18 al 25 agosto strepitoso festival della Musica

È ormai un appuntamento consolidato e d’eccellenza quello offerto da Taormina Opera Stars che con la quinta edizione del suo festival riesce a superare le precedenti già di grande successo. Si comincia il 18 agosto con la compagnia di danza tra le più prestigiose al mondo, K-Arts Dance Company, il 21 con replica il 24

Scandali accademici: l’associazione contro la “Malauniversità”

Si chiama “Trasparenza e merito – l’Università che vogliamo”,  è un’associazione non profit costituitasi a Roma il 10 Novembre 2017 che conta già oltre 450 associati tra docenti universitari di tutta Italia, a testimonianza delle proporzioni assunte dal fenomeno della mala gestio dei concorsi. Tra i fondatori il ricercatore Giambattista Scirè, protagonista di una lunga

UNICT, siluro sul Decano: 4 cassazionisti smentiscono Di Cataldo e “invitano” il governo a commissariare

È partito via pec, destinatari il presidente del consiglio Giuseppe Conte e il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti. Formalmente un “invito”, in realtà una vera e propria diffida che mette in mora l’Esecutivo e annuncia ricorsi amministrativi qualora si insista su una condotta che viene denunciata come totalmente illegittima. Mittenti ben 4 giuristi cassazionisti, di cui

UNICT e i poteri del Decano: Di Cataldo smentisce l’Ateneo e i dirigenti

E inutile lamentarsi, è il tema dell’estate, quasi come la vecchia canzone dei Righeira: quello che stanno combinando supera la più fervida immaginazione. Adesso spunta un documento, mai contestato dal ministero, datato 2013, in cui si chiarisce testualmente che “le norme di legge che attribuivano funzioni amministrative al decano risultano già da tempo abrogate; la

Finalmente al Castello Ursino una mostra vera: la meraviglia dei paliotti sacri del ‘600

Per troppi anni il Castello Ursino di Catania è stato vittima di operazioni assurde, con finte mostre di “fotocopie di fotocopie”, falsi e croste ridicole organizzate da gente imbarazzante che pare sia persino scappata con la cassa: tempi passati anche se non troppo, ma forse si può ancora recuperare l’enorme danno d’immagine procurato alla città

UNICT: CODACONS denuncia il Decano Vincenzo Di Cataldo in bilico tra usurpazione e abuso, anche per omissione

In un commento ci viene contestato di occuparci “solo” di Università, WonderTime, corruzione e politica: e di che dovremmo occuparci? In attesa di conoscere gli esiti delle indagini annunciate sulla gestione del comune di Catania di cui ci siamo occupati a lungo, crediamo proprio che, per quanto riguarda la “nera” quanto accade nell’ateneo catanese sia

UNICT: altro che commissario, si sono fatti il podestà

Sarà tutto “normale” quello che sta accadendo all’ateneo catanese dopo la bufera giudiziaria che peraltro si annuncia solo agli inizi, però le perplessità aumentano e da più parti. Dopo la convocazione “estemporanea” di elezioni di ferragosto con molti dubbi sulla loro legittimità e ancor di più sull’opportunità, accade che in un quadro di così inquietante

WonderTime: da sabato 20 l’artista Pao all’opera nella stazione Metro-FCE di piazza Giovanni XXXIII

È uno degli urban artist più famosi ed apprezzati, autore di interventi di grande pregio, che il curatore di Emergence Festival Giuseppe Stagnitta, coinvolto dalla cofondatrice di WonderTime Daniela Arionte nell’edizione 2019, ha scelto per realizzare un’opera all’interno della stazione della Metro-FCE di piazza Giovanni XXXIII. L’opera sarà creata in estemporanea e sarà possibile osservare

Catania tra scandali e corruzione. Emiliano Abramo: “Occorre fare un passo avanti”

Stanno accadendo fatti enormi nella devastata Catania: importanti indagini giudiziarie, quelle che riguardano l’università come gli anni scorsi dell’amministrazione comunale, stanno scardinando un intero establishment di potere responsabile diretto dell’insopportabile degrado raggiunto dalla città. Eppure sembra calato un silenzio innaturale. Nessuno prende posizione, quasi a temere di ritrovarsi dalla parte sbagliata perché l’importante è rimanere

L’arte di Alice Valenti ha colorato di speranza l’orribile asfalto di Porta Garibaldi

Su piazza Palestro, “U Fortino” di Catania, da qualche tempo si sta giocando una partita delicata, dall’alto valore simbolico: sociale, culturale, politico. Si è cominciato con la visione di WonderTime che per l’edizione 2018 la scelse per il grande concerto del Teatro Massimo Bellini. Vi si trovò già operante l’associazione di residenti  “Acquedotte Arte, Architettura,

UNICT: ANCHE SULL’OPERAZIONE LICANDRO…PER SUDPRESS È PROPRIO UN DÈJA-VU

È davvero tutto scritto su SUDPRESS, parola per parola: era il 10 agosto 2018 quando questa testata pubblicò quello “strano bando” che sembrava emanato per compiere una delle operazioni più tracotanti concepite da quel sistema di potere che si sentiva, e probabilmente sino ad un certo punto lo è stato, del tutto impunibile. Anzi, “inarrestabile”,

Login Digitrend s.r.l