mercoledì - 11 dicembre 2019

Il prof. Beppe Condorelli al Decano Vincenzo Di Cataldo: “Ma mi facci il piacere!”

Chiarissimo Professore Di Cataldo, due domande dirette che esigono una urgente risposta su questo stesso giornale, giornalaccio per alcuni, ma ovviamente non per tutti…

“Sulla sanità catanese occorre una commissione d’inchiesta”

Il cardiologo Beppe Condorelli, già docente universitario, interviene a commento della vicenda raccontata da Sudpress su quanto accade al Policlinico di Catania dove si permettono di non far operare il chirurgo toracico Marcello Migliore che dell’Università di Catania è professore ordinario…

“Tu vo’ fa l’americano, mericano, mericano, ma se’ nato in Sicilì”

“Tu vo’ fa l’americano, mericano, mericano, ma se’ nato in Sicilì” (Renato Carosone) che, purtroppo per noi siciliani, è la Sicilia di Tomasi di Lampedusa e di Leonardo Sciascia, quelli del “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi” e di una Sicilia ‘irredimibile’. Certo che in questo modo il neorettore Priolo comincia

UNICT: I neo delegati del neo rettore e il convegno che “non s’avrebbe da fare…”

E niente, che ci possiamo fare: a SUDPRESS siamo dei fan sfegatati del Professore Condorelli, non solo perché siamo partner processuali contro l’interdetto-decaduto Pignataro e perché è uno dei pochi che usa ancora e correttamente il meraviglioso punto e virgola; aggiungiamo che se ne avessimo l’età e lui ancora in cattedra (Condorelli, non Pignataro ovviamente),

“Caro rettore, per passare al maiuscolo aspettiamo opere e giorni”

Il Prof. Beppe Condorelli, illustre cardiologo che all’Università di Catania ed ai suoi studenti ha dedicato gran parte del suo impegno professionale con indiscusso prestigio, lancia alcune “linee guida” al neo rettore: attivare le procedure disciplinari per i docenti implicati nell’indagine “Università Bandita 1”, con l’accortezza di espungere dalla Commissione Disciplina nomi che appaiono nelle

“Anziani a perdere”

Nei miei 47 anni di lavoro in clinica ne ho viste di tutti i colori…

“Combattere per risalire la china”

Il prof. Beppe Condorelli, all’indomani della decisione del Giudice Rizza che ci ha congiuntamente dato ragione con un’archiviazione memorabile alle accuse dell’interdetto ed rettore Giacomo Pignataro, ringrazia chi lo ha sostenuto ed incoraggiato in una battaglia che continuerà a combattere “per i tanti docenti di alto livello dell’Università di Catania che meritano di essere riportati

Del Nuovo e del Bello

Questa volta non possiamo neanche dire che il rettore sia stato “finalmente” eletto…

UNICT e le parole mai dette

Il professore Beppe Condorelli immagina un discorso di apertura di una seduta di laurea ben diverso dagli interventi che stiamo ascoltando dagli ambienti universitari, a quanto pare pericolosamente incapaci di affrontare in maniera adeguata quanto accaduto ai vertici dell’ateneo catanese, contribuendo in questo modo, loro si, a devastare ulteriormente l’immagine di una Università che si

IO VOTO, TU VOTI………LORO VOTANO

Che sarebbe necessario un lunghissimo periodo di commissariamento è fuor di dubbio. In primo luogo perché le indagini della Magistratura non si sono ancora concluse ed altre sorprese potrebbero non mancare; non mi meraviglierei se in questo momento molti accademici guardassero con apprensione il proprio cellulare, per il momento solo telefonino.

Unict, la “Lettrice” e il “Decreto Luogodemenziale”

Il Prof. Beppe Condorelli interviene ad un dibattito che si sta svolgendo sotto forma di commento sui vari pezzi dedicati alla kafkiana vicenda che sta annichilendo l’Università di Catania. Rispondendo ad una delle più accanite difensore, o difenditrici, dell’attuale “gestione decana”, svolge alcune riflessioni che meritano uno spazio autonomo, a partire dalla definizione di “decreto

IL CREPUSCOLO DEGLI DEI

Sul triste epilogo, ancora parziale e certo non definitivo, di alcuni dei sistemi di potere catanesi non poteva mancare la riflessione di una di quelle personalità che li ha sempre avversati a viso aperto, subendo anch’egli le intimidazioni di azioni giudiziarie che non potranno che essere giudicate temerarie se non minacciose, ancor di più alla

SANITA’… BENE COMUNE (?)

Penso sia il momento di fondare un partito: vorrei chiamarlo, ispirandomi a Matteo Iannitti, Sanità Bene Comune. Ma la sanità è veramente ritenuta tale? Dal numero di commenti ad articoli di grande rilievo che solo SUD ha il coraggio di pubblicare (una bomba atomica quello sulle grandi famiglie) parrebbe proprio di no. Nessuno sembra indignarsi

CLINICAL SKILL E CLINICAL KILLER

Pressapochismo, superficialità estrema, ignoranza sono i mali della nostra sanità.

Ordine dei Medici: “Scrive Cartesio…”

Nelle ore febbrili post elettorali in cui si discute coltello tra i denti del prossimo presidente dei medici catanesi, non poteva mancare il commento del “nostro” Prof. Beppe Condorelli.

Elezione medici: il Dott. Ippocrate e la politica nella Sanità

Volgono al termine le tormentate elezioni per l’ordine dei medici di Catania e comincia (forse) un’altra storia, al netto di probabili ricorsi già annunciati per il “macello” accaduto nella gestione del seggio elettorale. Intanto il Prof. Beppe Condorelli interviene come sempre a modo suo, stavolta scrivendo direttamente al povero Ippocrate che qualche giro nel suo

Elezioni medici: Ondine’s course ovverosia la maledizione di Ondine

Sulle ultime novità di quante sta accadendo proprio in queste ore nel turbolento pianeta dei medici catanesi, il “commento laterale” del Prof. Beppe Condorelli…

Del primato immorale e incivile dei catanesi

Centoquattresima su centoquattro: in gara per malaffare, ‘indecoro’ urbano, istituzioni deviate, inciviltà, inefficienza delle strutture sanitarie, inefficienza delle strutture scolastiche, disordine pubblico, sporcizia delle strade……..abbiamo battuto tutte le città d’Italia.

Elezioni Medici, il Prof. Beppe Condorelli: “Elogio della follia e libero arbitrio”

Mi scuso formalmente con Erasmo Da Rotterdam, che nel posto in cui si trova legge assiduamente SUD, per l’uso improprio che faccio del titolo di due sue famosissime opere; ma per quanto è accaduto e sta accadendo all’Ordine dei Medici di Catania con la presentazione delle liste, non saprei trovare citazione migliori.

Policlinico, commemorato Vito Giustolisi: un grande Medico

Il 6 ottobre è caduto l’anniversario della scomparsa di un grande medico, Vito Giustolisi, Primario del Pronto Soccorso del Vittorio Emanuele e presidente nazionale della Societa Italiana di Medicina d’Emergenza ed Urgenza, considerato uno dei padri della moderna organizzazione dei reparti d’urgenza. È stato commemorato questo sabato alla presenza del Magnifico Rettore dell’Università di Catania

Il Signore degli anelli e la Grilla ruggente

A (quasi) conclusione della vicenda “Ordine dei Medici di Catania” non poteva mancare l’intervento, da par suo, del prof. Beppe Condorelli, che ringraziamo sempre per il sostegno ed i contributi e che, da illustre clinico, misura costantemente il polso della Città che tutti vorremmo vedere finalmente uscire dal coma.

“Much ado about nothing”: il Prof. Beppe Condorelli sulle dimissioni del Dg dell’Università di Catania

Se fossi Shakespeare scriverei la ‘seconda edizione’ del “Molto Rumore per Nulla”, commedia ambientata a Messina; solo che ambienterei questa edizione aggiornata a Catania, e precisamente a piazza Università usando come palcoscenico il cortile dell’ateneo. Il fatto è che non sono Shakespeare, sono astemio ed i tarallucci non mi piacciono.

I medici e il “Caso Buscema”, interviene il Prof. Beppe Condorelli: “Ripensando a Tony”

Ieri pomeriggio, come annunciato dai cinque firmatari, si è tenuta la seduta “autoconvocata” per discutere la posizione da assumere nei confronti del presidente massimo Buscema coinvolto in alcune vicende giudiziarie. Alla fine si sono presentati in 8 sui 17 componenti e di conseguenza, per un solo voto, è mancato il numero legale evitando ulteriori polemiche

Login Digitrend s.r.l