Uno dei sistemi più produttivi, e al tempo stesso più divertenti, per imparare una lingua straniera è di sicuro quello di andarla a studiare nei paesi dove quella lingua è parlata. Le vacanze studio sono un’opportunità concreta sia per chi voglia approfondire la conoscenza della lingua sia per quelli che devono ancora imparare da zero. Anche al sud da tempo è cresciuta la necessità dei giovani di migliorare una lingua straniera. La maggior parte sceglie l’Inglese, idiomia che risulta essere il più parlato e diffuso al mondo.

Perché studiare una lingua

Ci sono moltissimi motivi per imparare una lingua ma quello del lavoro è uno dei principali. Oggi la padronanza della lingua inglese è un requisito necessario per accedere al mondo del lavoro soprattutto in quei settori dove il bilinguismo è fondamentale. E’ di pochi giorni fa la notizia che in Sicilia le aziende non riescono a trovare personale da assumere che conosca bene l’inglese o un’altra lingua straniera. Sembra un paradosso, ma il settore turistico siciliano – quello che per l’Isola dovrebbe rappresentare il comparto economico di punta – lamenta che su 2mila strutture ricettive (alberghi, b&b, villaggi turistici), il 60 per cento non riesce a recuperare profili professionali che parlino correttamente una seconda lingua.

Eppure è risaputo che l’inglese aiuta nel lavoro. Secondo una recente ricerca, condotta su un campione di 3 milioni di studenti, circa il 65% degli intervistati che ha dichiarato di avere una buona conoscenza della lingua inglese, ha anche un buon posto di lavoro. E la maggior parte delle persone che studia l’inglese ha come motivazione principale proprio quella di utilizzarla per trovare un lavoro o per migliorare la propria posizione professionale, soprattutto nella fascia d’età che va dai 24 ai 54 anni. Tra gli altri motivi per cui si studia l’inglese troviamo poi il piacere di conoscere una nuova cultura (circa il 14%), oppure per viaggiare in modo più “tranquillo” all’estero (circa il 16%).

L’inglese è la seconda lingua più diffusa dopo il cinese mandarino ed è parlata da quasi 1,5 miliardi di persone. Oggi siamo immersi in un mondo in cui l’inglese rappresenta la lingua attraverso la quale è possibile comunicare con chiunque. L’inglese è la lingua del web e quasi l’80% dei contenuti informativi è scritto – o commentato a video – in questa lingua. Non conoscere l’inglese significa precludersi la possibilità di comunicare, informarsi e interagire con questa parte di mondo.

Vacanze studio all’estero perché

La vacanza studio è uno dei metodi migliori per imparare o approfondire la conoscenza dell’inglese perché permette di immergersi completamente nella cultura del luogo e nell’uso quotidiano della lingua seguendo allo stesso tempo un percorso di studio strutturato.

Le possibilità di scelta sono davvero tante. Sia per quanto riguarda la destinazione – per l’inglese si può andare ad esempio a Malta, in Inghilterra, negli Stati Uniti o in Australia – sia per le soluzioni logistiche – si può alloggiare presso una famiglia del posto o preferire una sistemazione in college o in residence collettivi per studenti di diverse nazionalità. In ogni caso, la chiave del successo di una esperienza come questa è la possibilità di studiare la lingua e l’opportunità, al tempo stesso, di utilizzare l’inglese mentre si fa il turista e si “vive” la città scelta come destinazione.