Il video del rettore che annuncia “l’illegittima sospensione di un provvedimento illegittimo” sembra un pezzo di “Scherzi a parte” ed invece è proprio vero, lo abbiamo verificato…Modificano le scadenze per il versamento delle tasse ad anno accademico bello che iniziato e, per di più, lo fanno senza il parere obbligatorio della Consulta degli Studenti. Nascondono la discussione del provvedimento in CdA dietro un ordine del giorno degno del dott. Azzeccagarbugli e adesso invocano  gli studenti alla “condivisione degli intenti”. È proprio l’ “Università delle meraviglie”.

Ha tenuto banco nel corso del fine settimana: con un provvedimento del CdA, l’Università degli Studi di Catania anticipa a novembre la scadenza di una rata delle tasse prevista per febbraio.

2 Milioni e mezzo di euro a unico beneficio del pareggio di bilancio.
Senza consultare gli studenti (pur avendone l’obbligo per Statuto) e modificando unilateralmente la Carta dello Studente approvata (seguendo l’iter ordinario) lo scorso maggio.

Le reazioni degli studenti sono state chiaramente di disappunto: non è giusto che i buchi di bilancio siano colmati a spese degli studenti.

Nella mattinata odierna, nel corso di un incontro con la rappresentanza studentesca al Senato Accademico il Magnifico Francesco Priolo promette la sospensione del provvedimento.

Poi nel pomeriggio contribuisce al dibattito social con il video che vi mostriamo e che si commenterebbe da solo.

Priolo sostiene di aver sospeso il provvedimento e che le “future decisioni” verranno prese solo “difronte ad una piena condivisione del percorso con gli studenti”.
Il video è registrato a conclusione della riunione del CdA, unico organo deputato alla modifica di una delibera promulgata dal CdA stesso. Peccato che all’Ordine del Giorno del Consiglio di amministrazione del 28 ottobre non ci sia nessun punto riguardante la scadenza anticipata del Contributo Minimo, né tantomeno della famosa  “interpretazione autentica”.

Il rettore quindi afferma una cosa non vera e il provvedimento è tutt’altro che “sospeso”.

Anzi, con questa sorta di “comunicazione naif” via selfie è probabile che abbia anche violato la legge considerato che sino ad una delibera formale del CdA che revochi l’illegittimo anticipo delle tasse questo resta efficace, e il rettore in base all’art.6 comma 3 lettera d del vigente Statuto ha l’obbligo di “assicurare l’esecuzione delle delibere del CdA”, e con questo annuncio, senza averne mandato, ne ha dichiarato la violazione: magari adesso si escono qualche decreto luogodemenziale del 1434 dopo Cristo…

📢 CONTROCAMPUS/SCALISI: VOGLIAMO LA SOSPENSIONE UFFICIALE DEL PROVVEDIMENTO DI ANTICIPAZIONE DELLE TASSE!ANTICIPARE LE TASSE È CONTRO IL DIRITTO ALLO STUDIO 😠

Publiée par Federico Scalisi sur Lundi 28 octobre 2019

 

Domani l’incontro con una Consulta degli Studenti allargata, alla quale è stato invitato anche il delegato alla Legalità e Trasparenza, il professoreMaurizio  Caserta: gli studenti promettono fronte unito e barricate alte.

Altro che “L’università degli studenti e per gli studenti”.

Forse dovevano pensarci prima, in ogni caso sta diventando davvero imbarazzante questa strana gara a superare ogni limite della decenza.