È un tripudio di colori per “Un Regno nel Sole”, la personale che il pittore catanese Benedetto Poma  presenterà mercoledì 29 con un atteso opening alla GAM e che sarà disponibile fino al 29 giugno

Matite, tempere, olii, acrilici. Inizia così la passione per la pittura di Benedetto Poma. Una passione coltivata fin da bambino grazie ai genitori che hanno saputo riconoscerla e stimolarla.

“Una volta, mentre dipingevo, andò via la luce”, racconta l’artista catanese davanti alle nostre telecamere. “Mia madre accese una candela e io continuai a dipingere: fu allora che capii che la pittura non era solo una passione“.

Dal 29 maggio al 29 giugno Poma esporrà una personale dal titolo “Il Regno nel Sole”, ospitata presso la Galleria d’Arte Moderna del Comune di Catania in via Castello Ursino.

Classe 1968, Benedetto Poma inizia ad esporre nel 1981 con un percorso di successo che lo porta a girare il mondo: da Varese, a Roma e Firenze, passando per l’Olanda, l’Ungheria e gli Stati Uniti.

È anche tra i pochi artisti al mondo che possono vantare la straordinaria esperienza di essere ricevuto nel 1999, a soli 31 anni, in udienza privata da papa Giovanni Paolo II che accolse il dono della sua icona sacra della Madonna dell’Aiuto. 

La collezione “Un Regno nel Sole” è il percorso storico-culturale che l’artista traccia da Ruggero II d’Altavilla a Federico II di Svevia. Una rilettura contemporanea di un patrimonio storico, artistico, iconografico e antropologico che, nelle opere di Poma, si traduce in architetture sospese, visioni surreali, e preziosi particolari. Le 22 opere costituiscono un omaggio alle città di Cefalù, Palermo, Monreale, Catania e Mazara del Vallo.

“Quello che per lo scrittore è il blocco del foglio bianco esiste anche in pittura. Io supero il blocco della tela bianca colorandola, spesso con colori caldi, con i colori della terra. Che poi diventano la base del dipinto”.

La sua è una pittura che parla d’arte e di storia, in un tripudio di colori, figure eleganti e architetture barocche.

“Ringrazio l’amministrazione comunale, il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore alla Cultura Barbara Mirabella, per avermi dato questo spazio di espressione”, conclude Poma.

Mercoledì 29 maggio alle 18.00 l’opening.

Poi la mostra, patrocinata dal Comune di Catania, sarà disponibile ad ingresso gratuito presso la GAM in via Castello Ursino 32 fino al 29 di giugno dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 19:00.