E allora, tutti pistoleri! contro ladri, neri, zinghiri, rom, polacchirumeniungheresicechi e alieni di ogni galassia.
Chiunque entra a casa mia lo sparo!
Con un governo che ha scientemente impoverito le risorse delle forze di polizia, che rimette in pochi giorni in circolazione il crimiale, che faccio io?

Me ne vado in armeria, mi compro una bella pistolona, ma con la canna bella lunga, che nessuno pensi che ce l’ho piccola, e adesso,
quasi quasi, mi auguro che un ladro ci provi. Gi faccio dei buchi che ci si vede attraverso!

O almeno, questo è quello che pensa quel minchia di salvini e quelli come lui.

Non fosse altro che per buon senso, basta guardare gli USA. Lì hanno una sputafuoco già dentro la naca e non mi pare che quanto
a criminalità se la passino bene bene…

Non esiste che in un paese che si professa civile, la difesa della proprietà debba essere delegata ai singoli cittadini.
Anzi, ampliando il concetto, non vedo perchè un civile debba detenere in casa, o peggio, portarsi in giro, una pistola, se non per motivi sportivi, o di caccia.

Io ho frequentato per anni il poligono, quindi so di cosa parlo.

Avevo due pistole e una carabina e, appena diventato papà, le ho donate. Perchè non si sa mai.

E’ lo stato, che pago con le mie tasse, che deve proteggermi, dotando le forze di polizia di strumenti idonei, anzichè impoverirle.
E’ lo stato che deve promulgare leggi severe nei confronti del criminale, espellendolo con la promessa di sei anni di carcere autentico,
se ritorna, quando è straniero, oppure sbattendolo dentro, ma sul serio per un bel po’, se è italiano.

Le difese che può adottare il cittadino ci sono, ma di tipo passivo. Telecamere, assicurazione, etc.

Si, lo so, c’è in giro gente con problemi della funzione erettile che compensa la carenza infilandosi una pistola nella cinta.
Così almeno qualcosa di duro dentro i pantaloni ce l’ha.

Ma come al solito, si affronta il problema alla italiana.

Anzichè capirne le cause e porre rimedio a monte, ci si arma e si sparacchia.

Che poi, vorrei vederli, tutti ‘sti pistoleri, se non svengono appena sentono il botto,
o vedono schizzare sangue in giro per casa.

Perchè non è come nei film che il cattivo fa la faccia brutta e si accascia.

No no, il cattivo, ammesso che lo si colpisca, inizia a gridare e a spruzzare di sangue tutto in giro, e mentre piange e rantola, perde anche il controllo degli sfinteri
e tu vorresti non aver mai comprato quella cazzo di pistola.

Perchè adesso sei uno che ha ammazzato un uomo.

Che tra l’altro non vuola saperne di morire e ti sta insozzando il tinello.

Ma dico, siete scemi? la pistola… nel terzo millennio.

Lasciando perdere i guai giudiziari a cui si può andare incontro con un gesto simile.
Per difendere cosa poi? quelle quattro bijotterie che avete regalato alla moglie per gli anniversari?
Nah, niente affatto, per quello ci sono le cassette di sicurezza in banca.
E’ per il piacere mai del tutto abbandonato, da quando avevate i calzoncini, di avere una pistola. Come Tom Mix, ecco.

Adesso il solito genio dirà – eh, vorrei vedere se ti entra un ladro in casa che ti minaccia la famiglia, se non ti metti a sparare…-

Ovvio, che sparo, dico io. Ma la mia pretesa è più a monte. Voglio e pretendo che l’ordine regni nelle mie strade.
Lo Stato c’è per questo e non può abdicare, delegando a me la difesa.

Sennò le tasse che le pago a fare?
Controlli, telecamere e certezza della pena.

Perchè, potete giurarci, se un ladro sa che se viene beccato, lo aspettano minimo sei anni, anche se è incensurato, di carcere autentico,
tranquillo che ci pensa tre volte, prima di venirti a rubare le posate del servizio buono.