“L'ing. Maurizio Trainiti risiede a Catania.

Dall'1 marzo 2012, a tutt'oggi, è stato "Soggetto Attuatore" responsabile delle procedure di affidamento ed esecuzione dei contratti pubblici di lavori per il Piano Carceri.

In precedenza è stato Dirigente alla Provincia Regionale di Catania e presso diversi Comuni.

Al suo attivo pure molteplici incarichi di responsabilità e coordinamento nella organizzazione e nella "gestione di risorse umane e/o finanziarie.”

Così è scritto sul sito ufficiale del CAS a proposito del suo direttore generale.

Opportunamente, l’ing. Trainiti si autocensura e non riporta della sua esperienza di assessore al Comune di Catania, in quota del MpA di proprietà di Raffaele Lombardo.

L’ing. Trainiti, come direttore generale del CAS (Consorzio Autostrade Siciliane), è stato sospeso dall’incarico dal governatore Rosario Crocetta, insieme con il dirigente Frisone, con l’accusa grave di avere frammentato un appalto da 8 milioni e 130 mila euro, che in origine era stato assegnato all’impresa “Ventura S.p.A.” ma era stato poi revocato dalla giunta regionale dopo la informativa interdittiva decisa dal prefetto di Milano, che aveva escluso l’impresa Ventura dalla partecipazione all’Expo 2015, perché considerata «a rischio mafia».

Successivamente, Crocetta lo avrebbe riammesso.

Ma, chi aveva posto Trainiti alla direzione del consorzio mangiasoldi siciliano?

Il solito Raffaele Lombardo di cui abbiamo già detto.

Trainiti, infatti, è un fedelissimo del politico-indagato siciliano essendo stato suo riferimento sia al Comune di Catania quando questi era vice-sindaco per poi diventarne assessore con Stancanelli sindaco, alla Provincia regionale di Catania quando il grammichelese ne era il Presidente ed infine alla Regione siciliana quando questi sventuratamente fu eletto governatore.

Già l’insediamento di Trainiti al CAS fu travagliato, poiché questi accettò l’incarico ma fece sin da subito ricorso al Giudice amministrativo chiedendo che gli venisse riconosciuto una indennità più alta.

Qualcuno obiettò che non avesse neppure la qualifica dirigenziale adeguata per quell’incarico ma il tribunale gli diede ragione e così Trainiti è diventato uno dei dirigenti meglio remunerati della Regione siciliana.

L’impegno presso il CAS è di quelli che tolgono il sonno a chiunque, e non solo per la responsabilità immane che assume il direttore, quale gestore di una rete autostradale di migliaia di chilometri, ma anche perché impegna fisicamente chi la dirige dovendo far fronte ad un carico di lavoro imponente.

Nondimeno, l’ing. Trainiti ha trovato il tempo per assumere un altro incarico importantissimo, questa volta affidatogli dal prefetto Sinesio e cioè dall’uomo di fiducia del ministro Annamaria Cancellieri.

Ma cos’hanno in comune il trio Cancellieri-Sinesio-Trainiti?

Il “massimo” comune denominatore è sempre Raffaele Lombardo, ed infatti la prima è stata nominata dall’ex governatore Presidente della speciale commissione regionale sui rifiuti ed ancora commissario al teatro Bellini, mentre Sinesio è stato nominato presso l’ATO della Provincia quando Lombardo ne era il Presidente, e di Trainiti si è già detto.

Vecchia amicizia, dunque, con il cognato di quel tale L’Episcopo che gestisce la Terrazza Ulisse dei Virlinzi e che di Lombardo è stato ed è un fan fedelissimo.

Fatto sta che Sinesio nomina Trainiti quale responsabile unico del procedimento nell’ambito del cosiddetto Piano carceri.

Un compito oneroso che Trainiti avrebbe accettato per "soli" 80 mila euro l’anno!

Ma è possibile che un pubblico funzionario operi contemporaneamente per due pubbliche amministrazioni?

Non c’è un divieto di legge e quindi contrattuale?

Non si pone un problema di indennità che si sommano?

E questo lo diciamo al netto dei motivi di opportunità che vorrebbero, nell’uno come nell’altro incarico, un responsabile a tempo pieno.

L’ing. Maurizio Trainiti, quindi, oggi somma una doppia identità e riceve qualcosa come poco meno di 300 mila euro l’anno!

Non è una vergogna in tempo di crisi?

Senza nulla togliere ai meriti professionali e all’abnegazione di Trainiti, nessuno prova vergogna a garantire ancora indennità così alte mentre ai punti Caritas aumentano i poveri in fila per avere un pasto caldo?

Mancavano ingegneri liberi, magari da reperire tra quella schiera di disoccupati perché senza padrino politico?

Lasciamo ai nostri lettori opinioni e giudizi, mentre da parte nostra ci limitiamo ad osservare che gli impegni molteplici dell’ing. Trainiti rendono praticamente impossibile rintracciarlo, almeno laddove sarebbe giusto che lui fosse e cioè sul posto di lavoro.

Come dimostra la registrazione, la nostra direttrice l’ha cercato insistentemente ma senza esito.

Ingegnere Trainiti, troverebbe un ritaglio del suo prezioso tempo per dare una risposta ai cittadini?

trainiti.jpg
Direttore generale CAS e responsabile unico per il Piano Carceri. Doppio stipendio, ma il problema è trovarlo! LE TELEFONATE
Autore
di luigi de maria
Titolo Video
Trainiti