ragazza incendiata

messina cronaca

Tentato femminicidio a Messina: la giovane vittima scagiona il suo aggressore ma le prove sono contro di lui

Cosparsa di benzina, e poi incendiata. La storia della ventiduenne che ieri è stata ricoverata d’urgenza al Policlinico di Messina si arricchisce di ora in ora di importanti novità. 

Ci sarebbero prove schiaccianti circa la colpevolezza dell’ex fidanzato per quanto accaduto a Messina. Un fatto di cronaca che ha scosso l’Italia intera. Una ventiduenne, Ylenia Grazia Bonavera, è stata prima cosparsa di benzina e poi incendiata . La ragazza avrebbe riportato significative ustioni nel 13% del corpo, per fortuna non tali da comprometterne la vita e adesso è ricoverata al Policlinico della citta dello Stretto. Pronte le accuse al ragazzo, Alessio Mantineo, definito dalla madre di Ylenia geloso e possessivo, in particolar modo dopo la rottura tra i due, risalente a circa due mesi fa… Gli investigatori non hanno dubbi sulle dinamiche dell’accaduto, ma…

La sorpresa arriva direttamente dalla vittima di questo folle gesto. Dal letto d’ospedale Ylenia avrebbe scagionato il ragazzo, definendolo innocente per quanto successo, nonostante molteplici indizi, come detto, confermino il contrario. Terze persone avrebbero riconosciuto l’aggressore, che dopo aver compiuto “l”opera” si sarebbe dato alla fuga prima di consegnarsi alla polizia in compagnia del proprio avvocato. Una difesa ad oltranza inspiegabile…

“Il mio cliente ha detto di non essere stato lui a dare fuoco alla ragazza: dormiva e non si è recato a casa della giovane”. A dirlo l’avvocato Salvatore Silvestro legale di Alessio Mantineo. Il penalista lo ha riferito a conclusione dell’udienza di convalida del fermo davanti al Gip di Messina. 

.”Il mio assistito – ricostruisce l’avvocato Silvestro – ha riferito di volere bene alla ragazza e che mai avrebbe fatto un gesto del genere contro la giovane”. . La Procura ha depositato nuovi atti ribadendo l’accusa contestata al 25enne di tentativo di omicidio pluriaggravato. Il Gip si è riservato la decisione.



Lascia un Commento

NOTA: i commenti vengono moderati prima di apparire, non commentare una seconda volta se non vedi il tuo commento apparire subito

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>