È ormai un appuntamento consolidato e d’eccellenza quello offerto da Taormina Opera Stars che con la quinta edizione del suo festival riesce a superare le precedenti già di grande successo. Si comincia il 18 agosto con la compagnia di danza tra le più prestigiose al mondo, K-Arts Dance Company, il 21 con replica il 24 una spettacolare edizione dell’amatissima opera lirica Carmen diretta dal M° Gianna Fratta con un cast stellare per la regia di Antonio De Lucia. A conclusione, il 25 agosto, un evento di portata mondiale con il concerto di un vero mito della musica, leggenda vivente del pianismo internazionale: Martha Argherich in recital con Daniel Rivera. Una settimana di grande spettacolo che riporta il Teatro Antico di Taormina a quell’eccellenza che uno dei luoghi più suggestivi del mondo richiede.

Partiamo dal presupposto che il Teatro Antico di Taormina è uno dei luoghi più affascinanti del pianeta, basta sedersi su un punto qualsiasi della sua cavea, magari al tramonto o in una sera di luna, per ammirare un paesaggio mozzafiato che si perde nella storia: fantastico.

Se poi ad uno scenario simile si aggiunge uno spettacolo in cui la musica trionfa nell’eccellente acustica, si può dire di essersi regalati una serata magica che difficilmente potrà dimenticarsi.

Certo, gli eventi da realizzare in un tale gioiello andrebbero selezionati con cura, evitando avventure ed utilizzi che non gli rendono onore e ledono l’immagine di quanti operano guardando sempre all’eccellenza.

Tra questi certamente l’associazione “Aldebaran” di Taormina, diventata punto di riferimento del movimento operistico e musicale internazionale a partire dal 2012, che realizza il  Festival Taormina Opera Stars,  ormai sinonimo di grandi eventi, giunto alla sua quinta edizione.

Sotto la direzione artistica del Maestro Davide Dellisanti, Taormina Opera Stars porta una programmazione operistica e concertistica pensata per emozionare il pubblico, senza però dimenticare i canoni classici tanto cari ai “melomani”.

L’attenzione e la cura nella selezione delle opere, quanto nella scelta del cast hanno portato Taormina Opera Stars al successo: la rassegna ha ottenuto, fin dalla prima edizione, grande apprezzamento dal pubblico e dalla critica.

Ad ogni edizione è stato presentato, infatti, un nuovo cast accuratamente scelto tramite audizioni nazionali e internazionali.
Centinaia di artisti – provenienti da oltre cinquanta nazioni differenti – hanno calcato lo splendido palcoscenico naturale del Teatro Antico di Taormina, portando in scena il meglio di quanto proposto dal panorama internazionale dei talenti.
È anche grazie a loro che Taormina Opera Stars ha potuto mettersi in luce con titoli operistici e concerti di grande impatto scenico e musicale.

Il “Taormina Opera Stars“, il 18 agosto inaugurerà il Festival 2019 presentando sul palcoscenico del Teatro Antico un balletto classico: Song of the Mermaid“, liberamente ispirato all’affascinante favola della Sirenetta di Hans Christian Andersen. In scena al Teatro Antico “K-Arts“, la più importante compagnia Coreana, applaudita nei teatri di tutto il mondo dal “Kennedy Center” di New York ai teatri di San Francisco, Tokyo, Pechino, Parigi e Londra. Lo spettacolo, per la prima volta in Italia, sarà in esclusiva nazionale a Taormina.  Articolato in due atti, con costumi coloratissimi e coreografie spettacolari, narrerà le vicende della Sirenetta in una storia d’amore commovente adatta a grandi e piccini.​

Il tempo di montare le sontuose scene realizzate da una delle imprese leader negli allestimenti scenici, la Bottega Fantastica, e si torna sul palco con la grande lirica targata Taormina Opera Stars, il 21 e 24 agosto, con uno dei capolavori più rappresentati e amati al mondo: “Carmen” di Georges Bizet su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Havély.

Opéra-comique in quattro atti, è stata rappresentata per la prima volta a Parigi il 3 marzo 1875 e da allora riscuote costanti successi.

Carmen è una storia d’amore, passione e gelosia. I protagonisti sono la bellissima e sensuale sigaraia e Don José, giovane sergente che da lei si fa sedurre. Nella storia irrompe un’altra donna, Micaela, che vorrebbe diventare la moglie di José, anche per volere della madre di lui che sta per morire. Ma Carmen è ammaliata da Escamillo, famoso e fascinoso torero, e Josè è accecato dalla gelosia…

Una trama sempre attuale con una ormai famosissima colonna sonora che vanta una miriade di melodie meravigliose, tra cui la sensuale “Habanera” e la “Seguidille” di Carmen, l’aria di Don José “Le fleur que tu m’avais jetée”, e la corroborante “Toreador” ​di Escamillo.

A dirigerle non poteva che essere una donna di grande tempra come il Maestro Gianna Fratta, direttore d’orchestra tra i più apprezzati, pupilla del grande direttore russo Yuri Ahronovitch, che scrive di lei “Non ho mai conosciuto un direttore così giovane e già così dotato di cuore e di braccio”.
Suona e dirige nei più importanti teatri del mondo (Carnegie Hall di New York, Teatro Coliseo di Buenos Aires, Teatro Solis di Montevideo, Seoul Art Center di Seoul, Smetana Hall di Praga, Teatro Sao Pedro a San Paolo del Brasile, Teatro dell’Opera di Roma ecc.), collaborando con i più importanti artisti del panorama internazionale.
Il 7 marzo 2009 è insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica italiana per i risultati da lei ottenuti in campo internazionale come pianista e direttore d’orchestra e nel dicembre 2016 ha diretto in Eurovisione il Concerto di Natale al Senato.

Cast stellare con il ruolo di Carmen affidato a Sanja Anastasia, Dario Di Vietri sarà Don José, Micaëla Cristina Park (21)  Maria Tomassi (24); Escamillo: Shi Zong (21) Cristian Barone (24); Frasquita Ripalta Bufo; Mercédes Sabrina Messina (21) Angelica Di Francesco (24); Le Dencaire: Hata Shinnosuke; Le Remendado Fabio Perillo e Zuniga: Ogai Michio (21) Graziano D’urso (24).

La chiusura del Festival sarà davvero eccezionale, con un evento di portata mondiale che ha lasciato stupefatti persino gli organizzatori per essere riusciti a portare a Taormina uno dei miti viventi della Musica, riconoscimento alla credibilità internazionale conquistata con anni di duro lavoro da parte di Aldebaran.

Il 25 agosto sarà infatti ospite del Festival Taormina Opera Stars la pianista Marta Argherich, leggenda vivente della tastiera d’avorio, un’autentica superstar della musica. Considerata la regina del pianoforte, la più grande pianista al mondo, per la prima volta al Teatro Antico, eseguirà il “Concerto numero 1, in Mi bemolle Maggiore” di Franz Liszt. Artista assoluta e poliedrica, sarà protagonista di un evento unico in Italia. Accanto a lei si esibirà il suo grande amico e pianista di fama internazionale, Daniel Rivera che proporrà il “Concerto in La minore” di Edvard Grieg. Orchestra del “Taormina Opera Stars”, direttore il M° Davide Dellisanti.

Insomma, 3 appuntamenti che faranno per una settimana di Taormina la capitale internazionale della grande musica, eventi   assolutamente da non perdere e che giovano enormemente a suscitare l’interesse di quel turismo culturale di alto standing che da solo potrebbe contribuire in maniera significativa alla crescita economica e sociale dell’intero territorio.