mercoledì - 21 agosto 2019

Fermata Gioia Tauro per intercity Palermo Roma. Ass. Ferrovie Siciliane: “Ritardi in Sicilia per favorire Calabria”

Con una nota diffusa dall’associazione Ferrovie Siciliane, viene contestata la scelta di accordare alla Regione Calabria la fermata di Gioia Tauro per i treni intercity Palermo/Siracusa-Roma. La notizia era stata data da Giuseppe Peda, Consigliere regionale calabrese, prima della diffusione di questa dall’Assessorato alle Infrastrutture. L’associazione siciliana però lamenta il quasi certo allungamento dei tempi di

A Catania non si riescono neanche a smaltire le “acque nere”, gli autotrasportatori denunciano: “Cosa fa la Sidra?”

Sempre gli stessi problemi, senza che riescano a risolverne uno! Nuovamente in difficoltà infatti le aziende che si occupano di espurgo pozzi neri, e di conseguenza gli utenti, dopo alcuni mesi di relativa tranquillità. Nessuna nuova comunicazione alle ditte sul da farsi, dalla Sidra, società partecipata del comune. Non ci sono certezze su cosa accadrà,

Blitz della Finanza all’Assessorato regionale alla sanità: arresti e denunce per assenteismo

Sono 42 i “furbetti del cartellino” fermati e denunciati dalle Fiamme Gialle per assenteismo sul posto di lavoro, l’assessorato regionale alla Salute. Una prassi, quella scoperta dai Finanzieri, che ha portato 11 dipendenti agli arresti domiciliari, altri 11 all’obbligo di firma e 20 alla denuncia in stato di libertà

Trasporti Sicilia: Falcone incontra Fast-Confsal e Faisa-Cisal: “245 milioni per nuovi treni. Rilancio dei trasporti isolani”

Acquisto di nuovi autobus urbani ed extraurbani, per una migliore qualità dei servizi, un investimento di 245 milioni di euro per rinnovare le ferrovie. Questi gli impegni che l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Marco Falcone, ha assunto nel corso di un icontro con le sigle sindacali Fast-Confsal e Faisa-Cisal, sulla situazione dei trasporti isolani e nello specifico di

Zona Industriale, l’imprenditore Giorgio Strano: “Benvenuti nel Far west”

La Zona Industriale di Catania dovrebbe essere il polmone economico della città ed invece come tante volte Sudpress ha denunciato è ormai abbandonata a se stessa, al degrado assoluto, all’incuria, con le strade dissestate, allagamenti continui, mancanza di illuminazione e totale assenza di sicurezza, una sorta di “far west”. Per le aziende che lì hanno sede

Città metropolitane, Crocetta “l’escluso” si sveglia e annuncia: “entro venerdì i commissari”

“Li nominerò quando mi andrà e comunque entro venerdì”. E’ un Presidente della Regione particolarmente nervoso quello che annuncia l’arrivo imminente dei commissari delle città metropolitane come previsto dalla legge del 12 agosto che risuscita le ex provincie decretando per loro l’elezione diretta del vertice. Une decisione che fino adesso il Governatore Crocetta aveva rinviato

Sgarbi scatenato a Sudpress “mi candido alla Regione, non è provocazione e Crocetta si vergogni!”

Il noto critico d’arte conferma la propria candidatura alla presidenza della Regione, attaccando con parole dure Rosario Crocetta che insieme a lui ha fatto la campagna elettorale contro le pale eoliche. Qui ci vuole un’azione di forza, vanno arrestati tutti. L’AUDIO DELLA NOSTRA INTERVISTA

Catania, Terme Romane della Rotonda: [[dall’inaugurazione alla desolazione

La Regione non rinnova la convenzione con i custodi volontari dell’associazione Etna ‘Ngeniousa. Nemmeno la cerimonia di inaugurazione del nuovo percorso museale è servita a sbloccare la situazione: il sito continua a restare chiuso al pubblico e i custodi volontari inspiegabilmente non possono svolgere l’attività.

Paternò: Ss Salvatore, si muove la Magistratua

Continua la lotta del Comitato “Per l’Ospedale di Paternò” schieratosi contro la chiusura del Santissimo Salvatore, del quale ne sarebbe prevista la soppressione nella bozza del piano regionale della Sanità. 

Tagli Sanità: San Marco non pervenuto e stop al pronto soccorso del Policlinico costato 18 milioni

Ai blocchi di partenza il nuovo Piano di riordino della rete ospedaliera predisposto dall’assessore regionale alla Salute Gucciardi. Ufficiale la chiusura del pronto soccorso di Giarre, mentre sembra poco chiara la sorte del pronto soccorso di Paternò. Dopo 8 anni dall’inizio dei lavori e una spesa di 150 milioni, nessun cenno al costruendo ospedale di

Mobilità e parcheggi, 23 milioni a Catania. Saguto: “Il Comune non sia impreparato”

Il decreto firmato dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Giovanni Pistorio, con cui vengono stanziati cospicui fondi per la realizzazione dei parcheggi, apre uno spiraglio di speranza nei dirigenti dell’As.Com Confcommercio Catania

Fisco, Riscossione Sicilia ai petrolchimici: “Dovete pagare il demanio marittimo”

I petrolchimici siciliani devono alla Regione 60 milioni di euro per il mancato pagamento dei canoni demaniali. La stima è di Riscossione Sicilia che ha disposto una serie di controlli nei siti di Gela, Priolo-Augusta-Melilli, Milazzo e Termini Imerese. Ne dà notizia il quotidiano “La Sicilia” in edicola oggi

Lo scontro sui rifiuti siciliani in Piemonte, Galletti: “Il no del Comune di Torino è inammissibile”

Dopo il “no” del sindaco Cinque Stelle di Torino Appendino ad accogliere la spazzatura della Sicilia, interviene il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti: “Nell’Isola c’è un’emergenza che ci impone di dover esportare una quantità di rifiuti”. Crocetta: “Per due giorni, i Comuni del palermitano scaricheranno a Melilli”

Spese pazze all’Ars: 7 rinviati a giudizio, condannato a due anni Leontini

Arrivano la prima condanna e la prima assoluzione nel processo che ha portato alla sbarra per peculato i capigruppo all’Ars. Insieme a Leontini, Cateno De Luca (Mpa) è l’unico ad aver scelto il rito abbreviato con cui è stato assolto

Decentramento, la giunta Bianco non dà i poteri ai quartieri: commissariamento alle porte

La legge regionale 11 del 26 giugno 2015 ha soppresso i consigli di circoscrizione in tutte le città siciliane, ad eccezione di Palermo, Catania e Messina. Anche sul decentramento, Palazzo degli Elefanti è riuscito a fare del suo meglio. Diffidato dalla Regione, rischia ora il commissariamento

Siti culturali, Regione elimina la quota per i Comuni su introiti dei biglietti

Lo rende noto l’Anci Sicilia che chiede di essere audita in V commissione all’Ars. Orlando:  “In questo modo non si fa che peggiorare il quadro di grande difficoltà finanziaria in cui versano i Comuni”

Gestione rifiuti, La Via: “Scelte Ue certificano fallimento Regione”

L’europarlamentare di Ap/Ppe e presidente della Commissione Ambiente di Bruxelles commenta il diverso modus operandi della politica siciliana e di quella europea: “La Sicilia viaggia in direzione opposta: troppi sprechi e gestione inefficace

Rischio bilanci comunali a brandelli: sanzione ministeriale per mancate bonifiche, colpiti 11 comuni

11 comuni della Sicilia devono rispondere ad una sanzione ministeriale per mancate bonifiche di discariche in cui sono presenti anche rifiuti pericolosi. L’inevitabile conseguenza di questo provvedimento sarebbero bilanci comunali ridotti brandelli: dovranno essere restituiti circa 600 mila euro a comune. L’assessorato chiede di ridurre la sanzione per Priolo e Augusta, e gli altri comuni?

Consorzi di bonifica: nuove promozioni a dirigenti nonostante i 100 milioni di debiti

Ricordate i Consorzi di Bonifica? L’epopea continua. Terzo appuntamento per raccontarvi dei nuovi avanzamenti di carriera approvati dal Commissario Straordinario Calogero Paolo Mascellino: arrivano 33 nuovi dirigenti

Riforma delle Province in Sicilia: ci sarà un reale risparmio?

Anche in Sicilia, dopo le altre regioni d’Italia,viene presentato un progetto che prevede la cancellazione delle Province. La riforma degli enti locali è ora sotto esame in commissione Affari istituzionali dell’Ars. Il presidente della commissione Antonello Cracolici spiega come funziona

Epatite C: “Esiste una cura ma la Regione se la lascia scappare”

Il farmaco salvavita guarisce dall’epatite C l’80% dei pazienti in cura: lo Stato investe un milione di euro per garantire i trattamenti gratuiti, ma la Sicilia si taglia fuori. La denuncia di Dino Fiorenza

Escort e mazzette per ottenere ampliamenti alle discariche. La Regione non si costituisce parte civile

Nel processo che vede imputati, tra gli altri, Domenico Proto e Gianfranco Cannova, la Regione Sicilia ha deciso di non costituirsi parte civile . Una scelta che rischia di rivelarsi un autogol in considerazione dell’importanza dei temi portati al dibattimento

Lotta alla corruzione [[e resistenze al cambiamento

L’intervento del nuovo editorialista di SUD Giordano Bruno

Login Digitrend s.r.l