giovedì - 19 settembre 2019

PROSEGUE IL PROCESSO IBLIS

  Sentito l’imprenditore, costituitosi parte civile, Antoine Ardu e due imputati che patteggiarono la pena per intestazione fittizia di beni Deposizioni poco lineari, accesi controesami  e imputati che reclamano la parola per interrogare i propri accusatori, sono questi i motivi conduttori che hanno caratterizzato l’ultima udienza del processo Iblis sui presunti rapporti tra mafia, imprenditori

RINVIATI A GIUDIZIO QUATTRO VIGILI URBANI

  Il Gup Giuliana Sammartino ha accolto la richiesta del Pm Angelo Busacca. Contestati i reati di concussione, falso, abuso d’ufficio e omissione di atti a quattro vigili urbani del Corpo Municipale di Catania. Toccherà al Sindaco, nella presunzione d'innocenza, adottare eventuali provvedimenti. Si aprirà il 31 ottobre 2013 alla terza sezione penale del Tribunale

IBLIS: IN AULA I TESTI STANNO IN SILENZIO

All'udienza del processo del filone ordinario di Iblis, sfilano diversi imputati condannati in primo grado nel rito abbreviato. L'ex consigliere comunale di Ramacca Francesco Ilardi e l'ex Consigliere provinciale Antonino Sangiorgi si sono avvalsi della facoltà di non rispondere così come Alfio Stiro, l'ex sorvegliato speciale che presenziò un banchetto per festeggiare l'elezione di Angelo

SCAMMACCA E LA PRESUNTA RICHIESTA DI FAVORI DEI MIRABILE

  Dopo aver condiviso la stessa platea elettorale lo scorso sabato, Raffaele Lombardo e Guglielmo Scammacca Della Bruca si sono ritrovati al palazzo di Giustizia di Catania. L’ex Assessore Regionale, candidato alla Camera dei Deputati con Grande Sud-Mpa è stato chiamato come teste nel processo a carico del leader autonomista. Secondo il collaboratore di giustizia

LOMBARDO IL RITORNO “VI PREGO OCCHIO A MONTI”

L’ex Governatore Raffaele Lombardo scalda i muscoli. Attacchi al Partito Democratico e all'attuale Presidente Rosario Crocetta. Monito contro il voto a Monti "nella sua agenda non c’è niente di serio per il sud e la Sicilia" e stoccata agli ex fedelissimi “con il sudore del mio lavoro ho assicurato carriere e prestigio, vergogna” Riparte dalla tenda Virlinzi,

«I MEDIA CI AVEVANO GIÀ CONDANNATO»

    Si conclude con la sentenza di assoluzione “perché il fatto non sussiste” il processo sulle presunte infiltrazioni di Cosa Nostra nella festa  religiosa di Sant’Agata. Presente in aula l'ex Presidente del Circolo  Cittadino di Sant'Agata. Visibilmente commosso ha commentato l'esito come "una liberazione, anche se i media ci avevano già condannato" Dopo  quattro

PROCESSO SCUTO: E’ IL TURNO DELLA DIFESA DELL’EX MARESCIALLO

Prosegue il processo in Corte d’Appello a carico dell’ex “Re dei supermercati” Sebastiano Scuto, e dell’ex Maresciallo Orazio Castro. La difesa dell’ex militare sottolinea il suo operato nel contrasto ai Laudani Prosegue il processo in Corte d’Appello a carico dell’ex “Re dei supermercati” Sebastiano Scuto, condannato in primo grado a 4 anni e 8 mesi

PROCESSO ROSSITTO: RINVIATA LA PRIMA UDIENZA

  Iniziato ufficialmente il processo all’ex docente universitario di Catania Elio Rossitto, coinvolto in un presunto scandalo sessuale dopo la denuncia di due studentesse alla trasmissione televisiva di Italia 1 "Le Iene". Presente in aula Dominique, costituitasi parte civile insieme all'Università di Catania e ad un'altra ragazza che in passato aveva denunciato i presunti ricatti

SCALATA E FALLIMENTO: 12 ANNI PER SCUTO

  Chiesti 12 anni e 6 mesi per Scuto, “re dei supermercati”. I dettagli della requisitoria del Sostituto Gaetano Siscaro Politica, mafia e imprenditoria. C’è tutto nella requisitoria condotta dal magistrato Gaetano Siscaro nel processo in Appello nei confronti degli imputati Sebastiano Scuto, definito il “re dei supermercati” e dell’ex maresciallo dei Carabinieri in pensione

PASQUALE PACIFICO: UN MAGISTRATO MODELLO

  Il Sostituto Procuratore in una lunga intervista analizza la mafia, il voto di scambio, il sistema penale, il ruolo delle donne e gli accordi tra la mafia catanese, Casalesi e‘ndrangheta CATANIA – Il suo nome è comparso in un pizzino di morte di cui era destinatario. A scoprirlo, la sorte ha voluto, è stato

ANNO GIUDIZIARIO, SCUTO “GIUSTIZIA SETTORE CARDINE”

  Si apre l'anno giudiziario a Catania. Mentre si riducono i giudici crescono i reati contro il patrimonio e aumenta la delinquenza minorile "Catania vertice in Italia". Il delegato del Ministro annuncia "Lanza presto ristrutturato" «La giustizia deve essere pronta ma non frettolosa». Alfio Scuto, Presidente della Corte di Appello di Catania ha iniziato il

CONVIVERE TRATTANDO

    L’affare “Tenutella”, l’intervento dei politici per sbloccare i lavori e gli imprenditori che da vittime diventano partner economici di Cosa Nostra Il contributo del pentito Santo La Causa si sta dimostrando utile alla magistrature per togliere il velo su omicidi e dinamiche di comando delle famiglie catanese. Ad essere svelate sono però anche le

LA CAUSA RACCONTA LA MORTE DI SANTAPAOLA E SEDICI

  Lo sconvolgente racconto al processo “Iblis” del pentito. I particolari della morte del boss Angelo Santapaola, cugino di Nitto, e del suo guardia spalle Nicola Sedici Catania – Santo La Causa, l’ultimo dei pentiti eccellenti di Cosa Nostra, entra con la sua sconvolgente versione nel processo “Iblis” per il duplice omicidio di Angelo Santapaola

MARISA ACAGNINO SCIOGLIE LA RISERVA

    Il tam tam dei social network sembra aver fugato ogni dubbio, l’ex magistrato della Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, scende in campo con il “Megafono” di Rosario Crocetta per la sindacatura della Città di Catania Sud aveva lanciato l’indiscrezione, e giorno dopo giorno, questa si sta trasformando in una conferma. Sul modello di

SANTO LA CAUSA E LA MAPPA DI COSA NOSTRA A CATANIA

  Il nuovo collaboratore di giustizia Santo La Causa svela l’organizzazione della famiglia Santapaola, i contrasti con gli altri clan, la preparazione degli omicidi e i dissidi interni per il controllo del territorio.  Può anche farsi riprendere in faccia Santo La Causa, per lui non ci sono problemi, da raccontare ci sono decenni di vita

LOMEO: PUÒ ESSERCI GIUSTIZIA IN QUESTO PAESE

    ESCLUSIVA: Alberto Lomeo, il primario che non firmò il certificato medico di Raffaele Lombardo vince la sua e nostra battaglia. L’intervista Maggio 2010 è un mese che Alberto Lomeo, Primario di chirurgia vascolare all’Ospedale Cannizzaro di Catania, difficilmente dimenticherà.  E’ la data che ha segnato l’inizio del suo “calvario” professionale. Tutto comincia il

«VOGLIO INCONTRARE SANTO LA CAUSA»

  Nel processo Iblis, a rispondere alle domande dei Pm è Maurizio Zuccaro, che lancia l’invito al suo ultimo accusatore, l’ex reggente della famiglia di Catania e nuovo pentito Santo La Causa Costretto in una sedia a rotelle, e agli arresti domiciliari da anni. Recentemente assolto nel rito abbreviato del processo "Iblis", Maurizio Zuccaro (nella

LA CAPITALE DELL’ANTIMAFIA

    Barcellona Pozzo di Gotto prova a creare un fronte comune nella lotta a Cosa Nostra, nel giorno del ricordo di Beppe Alfano le parole di Don Ciotti «Abbiamo un debito verso le vittime della mafia». La commozione e la voglia di riscatto. Barcellona Pozzo di Gotto prova ad uscire dalla palude in cui

IL NODO LUMIA E IL DISSENSO DEI CIRCOLI PD

Nel Pd continua a tenere banco  la vicenda della candidatura del Senatore nella lista Crocetta. E intanto a Palermo si paventa un “caso tessere” A soli due giorni dalla data del voto per la scelta dei candidati del Partito Democratico a tenere banco è ancora la vicenda del Senatore Beppe Lumia. L’ex Presidente della Commissione

PRIMARIE, FILORAMO: “NON VOGLIAMO CHE SI SVUOTI IL SIGNIFICATO”

Dario De Luca   PALERMO: Nonostante in queste ore tenga ancora banco la vicenda del Senatore del Partito Democratico Beppe Lumia in tanti dall’interno del partito richiamano l’attenzione sul “vero ruolo delle primarie”. Dopo Pino Apprendi anche Rosario Filoramo, Consigliere Comunale a Palermo e candidato dell’area Marino, sottolinea come la vicenda tesserati rischi di svuotare

LE MOTIVAZIONI DELLA CONDANNA DEL GEOLOGO

ESCLUSIVA: Viene definito l’esempio del mafioso moderno, vecchio amico di Nitto Santapaola con l’amore spiccato per la politica. Giovanni Barbagallo è stato recentemente condannato per associazione mafiosa nell'ambito del processo Iblis, lo stesso che vede coinvolti l'ex Presidente della Regione Raffaele Lombardo e il fratello parlamentare Angelo. Giovanni Barbagallo di professione prima dell’arrestato faceva il

OMICIDIO DI MAFIA A BIANCAVILLA FREDDATO PREGIUDICATO

Dario De Luca   Ucciso a Biancavilla (CT) da almeno due sicari con un colpo di pistola alla testa il pregiudicato Roberto Ciadamidaro in passato vicino al clan Toscano-Mazzaglia-Tomasello  Biancavilla – Lo hanno inseguito per poche centinaia di metri prima di freddarlo con un solo colpo sparato alla testa. A due giorni dal natale si

IBLIS: PARLA “L’IDEATORE” DELLA TENUTELLA

L'imprenditore Pietro Orlando racconta i dettagli dell'affare riguardante la costruzione del centro commerciale. Il coinvolgimento degli imprenditori Ragusa e D'Urso e il contrasto emerso con l'Ira Costruzioni  CATANIA –Si è definito “l’artefice” di quello che a distanza di anni sarebbe diventato l’ennesimo centro commerciale della provincia di Catania. Il suo nome è Pietro Orlando ma

Login Digitrend s.r.l