martedì - 22 ottobre 2019

amt-catania-lavoratori

AMT allo sbando: i sindacati si preparano allo sciopero, oggi ennesima riunione inutile

Si fa sempre più critica la situazione dell’AMT, l’Azienda Municipale Trasporti di Catania: i lavoratori sono senza stipendio da mesi e, dopo varie riunioni, nessun accordo è stato ancora raggiunto. L’allarme del sindacalista Lo Schiavo segretario della Fast Confsal

Buone notizie per i lavoratori del call center Qè. Fistel Cisl: “Presto si aprirà tavolo al Mise”

Sembrano esserci delle speranze per i 600 lavoratori del call center Qè di Paternò in forte crisi da tempo. L’incontro a Montecitorio è stato positivo. “La strada è sempre in salita ma adesso ci sentiamo meno soli di prima”- ha dichiarato il segretario della Fistel Cisl Antonio D’Amico

Crisi Amt: “Poche vetture a disposizione, il servizio invernale sarà notevolmente ridotto”

Non si arresta la crisi che ha colpito l’Amt, società partecipata del Comune di Catania. L’azienda avverte la cittadinanza: “A causa dell’attuale carenza di vetture, il servizio invernale sarà notevolmente ridotto”. Non è trascorso molto dalla firma tra azienda, Triplice e Ugl. Per abrogare l’accordo, definito “illegittimo” da Fast Confsal e Faisa Cisal, i sindacati autonomi hanno

Amt: Faisa Cisal conferma il no all’accordo. “Tagli, aumenti tariffe e scorporo delle 3 linee più redditizie”

Dopo la firma di Triplice e Ugl, si aspettava il sì di Fast Confsal e Faisa Cisal. I sindacati autonomi hanno definito l’accordo “una truffa ai danni dei lavoratori” e hanno proclamato uno sciopero di 24 ore per il 19 settembre. Posizione ribadita da Moschella (Faisa) a Barbarino. “No allo scorporo di Alibus, Brt, Navetta

Crisi Amt, arriva l’accordo con Triplice e Ugl sulla modifica dell’ordine di servizio 38

Siglata stamattina con i vertici aziendale l’intesa sulla modifica di alcuni punti dell’ordine di servizio n° 38. Al tavolo delle trattative non c’erano Fast Confsal e Faisa Cisal il cui segretario Moschella prima dell’incontro parlando con Sup Press aveva detto: “Bisogna azzerare l’ordine di servizio n° 38 e rifare un piano di partenza per l’azienda”

Amt al collasso: lavoratori ancora in attesa della quattordicesima

Continua l’incubo per la Partecipata del Comune di Catania sommersa dai debiti e in profonda crisi da oramai troppo tempo. Nonostante i numerosi scioperi e le diverse proteste organizzate dai lavoratori, con l’appoggio dei sindacati autonomi Fast Confsal e Faisa Cisal, l’Amt continua a non vedere la luce in fondo al tunnel

Caos a Catania, soppresse 7 linee Amt: disagi per i passeggeri

La situazione della partecipata del Comune sembra peggiorare giorno dopo giorno. Alle 16:45, come comunicano i sindacati Faisa Cisal e Fast Confsal, gli autobus in servizio erano 57

A Catania commercio in ginocchio. “L’amministrazione volta le spalle agli imprenditori”

“Commercianti danneggiati, attività che chiudono e un’amministrazione che sistematicamente volta le spalle a tutti quegli imprenditori che andrebbero aiutati”, così scrive il consigliere comunale della IV Circoscrizione Erio Buceti

Speranza per lo Stabile: Comune sblocca fondi per 100mila euro

E’ di 100 mila euro il mandato sbloccato dal Comune che, auspicano le sigle sindacali, dovrebbe essere utilizzato per il pagamento dei dipendenti del teatro, i quali non percepiscono stipendio da 5 mesi 

Teatro Stabile, parla il Direttore designato Giovanni Anfuso

Non si placa la disastrosa situazione del Teatro Stabile di Catania. Si parla ormai da lungo tempo non solo dei lavoratori- i quali attendono 5 mesi di arretrati- ma anche e soprattutto della vecchia gestione, definita più volte fallimentare dai dipendenti e dalle sigle sindacali.

Teatro Stabile occupato dai lavoratori: [[“Stanchi e senza stipendio da 5 mesi”

Da questa mattina i dipendenti dello Stabile sono in “assemblea permanente”. Tutte le attività e le rappresentazioni sono al momento bloccate. Antonio D’Amico (Fistel): “C’è un nuovo presidente, ci sono alcuni nuovi rappresentanti del CDA, ma i problemi della vecchia gestione sono rimasti”

Pignorate le poltrone allo Stabile, i sindacalisti: “Teatro arrivato al capolinea”

Si parla ancora della crisi del Teatro Stabile di Catania. Tra arretrati e inadempienze, l’ente pare non avere pace. Dopo la notizia del nuovo pignoramento, l’ufficio stampa del Teatro ha diramato una nota spiegando che “è stato bloccato in seguito alla trattativa di transazione avviata dai legali dell’ente con la parte creditrice”

Paternò: 122 licenziamenti in tronco al call center Qè. A rischio altri 90 dipendenti

La situazione si fa sempre più grave per i lavoratori del call center di Paternò. Da tempo l’azienda lamenta criticità che hanno portato alla procedura di licenziamento collettivo. Sono in tutto 122 i dipendenti ai quali non verrà rinnovato il contratto e sono iniziate le procedure di licenziamento di 90 lavoratori, 70 operatori Inps e 20

Antenna Sicilia: licenziamenti e stop a programmi e tg

“Tra qualche settimana, dopo avere licenziato i giornalisti e i tecnici, Antenna Sicilia non trasmetterà più né telegiornali né programmi di intrattenimento, scrivendo così in modo fallimentare la parola fine su una storia prestigiosa lunga ormai quasi 40 anni”

La Sicilia delle disuguaglianze

 I nuovi dati dell’istituto Tagliacarne relativi alla dotazione di strutture culturali e ricreative- biblioteche, musei, librerie, cinema, teatri, giardini pubblici e spazi di aggregazione- in Sicilia. Dati sconcertanti. La soluzione? Iniziamo donando un libro

“Una crisi che non vede ripresa, continuano i licenziamenti”

Il convegno organizzato da CGIL- Filcams ha focalizzato l’attenzione sulle problematiche legate al settore terziario della nostra terra. Un settore che, purtroppo, vive un periodo buio anche a causa del crescente numero di centri commerciali nel territorio che mettono in difficoltà le piccole industrie e i piccoli imprenditori

Sotto sfratto esecutivo: minaccia di far saltare in aria il palazzo

Sotto sfratto esecutivo e senza un posto dove andare a vivere: queste paiono essere le motivazioni alla base del gesto

Faraone definisce [[carismatico Cuffaro

Dichiarazioni di incredibile gravità del deputato che dovrebbe rappresentare Renzi in Sicilia

Lumia: “il paese ha bisogno di [[cambiamenti profondi”

Ospitiamo un’importante riflessione del senatore, quasi un diario di questi giorni costituenti, che scrive: “il cambiamento è necessario e vitale, se non viene attuato la crisi ci sovrasterà ed il Paese si spegnerà lentamente”

Palermo: Emergenza Ato idrico. Ditta rinuncia all’appalto, [[rischio per 52 comuni

Potrebbe tornare in ballo la proposta del Comune di Palermo? Intanto il disegno di legge per il riordino dell servizio integrato idrico è fermo all’Ars da mesi 

FEDERICO, FIORENZA E FORZESE: [[“PROVVEDIMENTI IMMEDIATI PER I SICILIANI”

I tre parlamentari sottoscrivono una dichiarazione congiunta e rivolgono un appello a Crocetta e all’ARS perché siano prese decisioni immediate per le famiglie ed il lavoro

Login Digitrend s.r.l