martedì - 18 dicembre 2018

A Catania non si riescono neanche a smaltire le “acque nere”, gli autotrasportatori denunciano: “Cosa fa la Sidra?”

Sempre gli stessi problemi, senza che riescano a risolverne uno! Nuovamente in difficoltà infatti le aziende che si occupano di espurgo pozzi neri, e di conseguenza gli utenti, dopo alcuni mesi di relativa tranquillità. Nessuna nuova comunicazione alle ditte sul da farsi, dalla Sidra, società partecipata del comune. Non ci sono certezze su cosa accadrà,

PUBBLISERVIZI È SALVA!

Dopo mesi di incertezze, tensioni e soprattutto paura per i dipendenti, a seguito di una scellerata amministrazione, è finalmente arrivata la sentenza della Sezione Fallimentare del Tribunale di Catania che stabilisce la procedura di amministrazione straordinaria per Pubbliservizi – LEGGI LA SENTENZA INTEGRALE

Elezioni R.S.U. : dall’esclusione alla vittoria per le sigle più piccole alla Città Metropolitana

Le votazione delle Rappresentanze Sindacali Unitarie del 2018 si sono svolte il 18, 19 e 20 aprile scorso. Si è votato in tutta Italia, nelle varie amministrazioni pubbliche, tra cui la ex Provincia di Catania ed ora Città Metropolitana. Malgrado le difficoltà iniziali, legate anche all’esclusione immotivata e poi evitata per una parte di alcuni

Musei Ciminiere: chiusi nei festivi, nessun sito e pochi visitatori (paganti)

Dopo aver segnalato la strana chiusura nei giorni festivi, in questo caso il primo di maggio, come da anni ormai è prassi solo ai musei de Le Ciminiere, facenti parte della Città Metropolitana, Sudpress ha visitato il più importante di questi, il museo dello sbarco alleato in Sicilia e ha accertato, anche dopo diverse ricerche

L’assurdo caso dei musei chiusi a Catania il primo maggio: solo quelli alle Ciminiere

Non è la prima volta che a Catania in occasione di importanti giornate festive, con il consueto arrivo in città di turisti e visitatori, i musei, tutti o anche solo alcuni, tra i più importanti, o i siti culturali e archeologici, rimangano chiusi al pubblico. In questo caso, il paradosso è rappresentato dal fatto che,

Città Metropolitana: PEG non approvato, Dell’Ombra (Cnl-Asbel) “rischio paralisi per l’ente”

Il documento del Piano Esecutivo di Gestione, non sarebbe stato ancora firmato dal sindaco Bianco non consentendo così ai lavoratori di espletare alcuni dei servizi essenziali dell’ente. Antonio Dell’Ombra, segretario Cnl – Asbel, afferma: “Senza l’approvazione di questo documento, i dirigenti non hanno le risorse per gestire i servizi a loro affidati. A livello amministrativo ma non solo,

Istituto Alberghiero: occupato il plesso di via Anfuso, gli studenti “turni serali illegali”

Gli studenti hanno occupato da quasi ventiquattro ore, una delle sedi dell’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla”, in via Anfuso. La protesta scaturisce dalle promesse non onorate dal sindaco metropolitano Bianco di ulteriori locali, quelli del San Filippo Neri prima e dell’ex liceo “Leonardo da Vinci”poi, e di servizi navetta e sicurezza, per gli studenti minorenni costretti a fare i

Caos Pubbliservizi, la richiesta di concordato preventivo non placa i sindacati: “Nessun taglio ai vertici”

A quanto sembra, i giudici opteranno per la concessione del concordato preventivo richiesto dall’amministratore della Pubbliservizi Silvio Ontario, anzichè per la più drastica decisione del fallimento, come auspicato e richiesto dai fornitori. Ma di fatto, a preoccupare le organizzazioni sindacali è sempre la situazione dei tagli, che colpisce solo i dipendenti, anche alla luce di

Pubbliservizi nella farsa tra Bianco e Ontario: “Sono finti i licenziamenti o le promesse?

Gli applausi c’erano stati a settembre, con Enzo Bianco al centro della ruota di dipendenti dinanzi la Prefettura che lo incensava, mentre lui proclamava la risoluzione positiva della vicenda Pubbliservizi, partecipata della ex Provincia ridotta al crollo. Al momento quello che sta accadendo è chiarissimo: Promesse smentite dagli unici fatti reali e concreti: 1) i libri già in tribunale per

Bando per riqualificazione Ciminiere: mistificano persino il vocabolario

Il bando con cui sono stati assegnati 9 milioni e 500 mila euro al progetto di riqualificazione del complesso fieristico de “Le Ciminiere” di Catania, prevedeva che fossero le periferie ad essere interessate, secondo il parametro che sullo stesso documento all’articolo 1, comma 2 le definisce “aree urbane caratterizzate da situazioni di marginalità economica e

Bianco tradisce le periferie e destina 9 milioni e mezzo per “Le Ciminiere”

Attraverso un bando approvato dal decreto della presidenza del Consiglio, a firma del sottosegretario Claudio De Vincenti nel maggio 2015, con pubblicazione sulla gazzetta ufficiale nel giugno 2016, venivano destinati dei fondi alla riqualificazione urbana e alla sicurezza nelle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia. L’amministrazione Bianco ha inspiegabilmente scelto di presentare un progetto non per

Caos Pubbliservizi: continua lo sciopero ad oltranza, i lavoratori bloccano la sede della città metropolitana

I lavoratori della Pubbliservizi, azienda in crisi a causa della pessima gestione degli ultimi anni, non ci stanno alla riduzione delle ore di lavoro o al provvedimento di licenziamento collettivo in atto, tant’é che da un paio di giorni hanno indetto uno sciopero ad oltranza impedendo l’accesso in una delle sedi della città metropolitana, in via Nuovaluce, a

Tar reintegra sindaci metropolitani di Palermo e Catania: Bianco e Orlando esultano

Incredibilmente una ordinanza del Tribunale Amministrativo Regionale di Palermo sospende il commissariamento dei sindaci metropolitani e li reintegra nelle rispettive posizioni, dopo che un provvedimento dell’ex Governatore Rosario Crocetta, a inizio settembre, lo aveva imposto agli enti. A Catania, Enzo Bianco, esulta trionfalmente, affermando di essere pronto a riprendere da dove interrotto “con tutta l’energia

Dopo le proteste degli studenti, si apre una speranza per l’Alberghiero

E’ stato riavviato il bando per la ricerca di locali a Catania da destinare all’istituto alberghiero Karol Wojtyla per 6 anni, finalizzato a risolvere il problema della mancanza di spazi. Scadenza prevista, il 6 dicembre. Il vecchio bando venne revocato a fine ottobre dopo che sfumò la possibilità di utilizzare il San Filippo Neri e dopo che la proprietà cioè l’Opera San

Caos Pubbliservizi, ferie forzate e libri in Tribunale. Dagli inutili sorrisi di Bianco alle lacrime

Un comunicato lapidario della partecipata, quasi subito ritirato dalla dirigenza, a seguito di un incontro con i dipendenti, avvertiva il personale esterno, cioè chi fa servizio nelle scuole, sulle strade con la manutenzione, portierato e pulizia, di essere in ferie forzatamente dall’8 al 10 di novembre. Nel frattempo, la settimana scorsa i documenti sono stati portati in

Pubbliservizi: Ontario “obbedisce” a Cocina, via eccessi e indennità extra

Dopo la strigliata del commissario straordinario della Città Metropolitana Salvo Cocina, arriva la risposta dell’amministratore unico della Pubbliservizi Silvio Ontario che con una lettera indirizzata ai sindacati, comunica la sospensione, anche con turnazione di 379 dipendenti. In parole povere, si cercherà di eliminare gli eccessi, gli stipendi verranno ridotti per 26 settimane ed eliminati i

Sfuma l’esosa idea di Bianco di mandare l’alberghiero ai salesiani. E intanto gli studenti protestano

Niente da fare, non c’è pace per l’istituto alberghiero karol Wojtyla. A distanza di un anno dalla gara indetta dalla Città metropolitana, allora diretta dal sindaco Bianco,  ancora gli alunni sono costretti ai doppi turni e a proteste per ottenere il loro diritto ad avere aule sufficienti dove svolgere la propria attività. Dopo aver preso

Città metropolitana: finisce l’era Bianco, si è insediato il commissario Salvatore Cocina

L’ex sindaco metropolitano Bianco esce così dalla vita dell’ente provinciale. Definitivamente. Come Sudpress ha scritto nei giorni scorsi, il presidente della Regione Rosario Crcetta, dopo un lungo periodo di annunci, ha finalmente dato corso alla legge regionale approvata lo scorso agosto e pubblicata sulla Gazzetta ufficiale l’1 settembre, nominando i commissari delle tre città metropolitane

Città metropolitane: i dipendenti disertano la manifestazione, “non abbiamo più fiducia in nessuno”

Era stato annunciato come uno degli scioperi in assoluto più eclatanti degli ultimi tempi, data la situazione finanziaria delle città metropolitane in tutta Italia, che ha investito tutti i dipendenti, facendo collassare anche i servizi essenziali, a Catania vedi la vicenda Pubbliservizi. Le sigle sindacali avevano previsto una gran partecipazione anche a Catania dei lavoratori

Caos Pubbliservizi: 380 lavoratori a rischio, oggi nuova protesta davanti le finestre del sindaco Bianco

Stamani molti lavoratori con i rappresentanti delle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil e Ugl, con le rispettive federazioni di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltrasporti e Ugl Igiene ambientale, si sono riuniti davanti Palazzo degli Elefanti, sotto le finestre del primo cittadino metropolitano, per chiedergli una rapida soluzione, mentre domani pomeriggio saranno ricevuti n Prefettura. Sabato mattina la

“Phil Stern Pavilion” alle Ciminiere, Catania godrà di oltre 70 scatti del grande fotografo

Uno dei più grandi artisti del ‘900, Phil Stern, fotografo statunitense che in gioventù documentò con i suoi scatti, l’evento forse più importante del secondo conflitto mondiale, lo sbarco in Sicilia degli Alleati, avrà un suo padiglione dedicato nel bellissimo museo catanese sull’operazione “Husky” del centro fieristico “Le Ciminiere”. Oltre settanta immagini fine art di

Pubbliservizi nel caos, i dipendenti invadono piazza Duomo per protesta. Ontario: “non c’è più tempo urgono soluzioni”

“Stasera si consuma il dramma della Publiservizi in Prefettura destinata ormai al fallimento”. Così Giuseppe Cottone segretario “Alas Fast Confsal” riassume l’ultima riunione nella sede prefettizia per cercare di salvare la partecipata della Città metropolitana. L’ultimo atto dell’amministrazione targata Bianco lascia l’amaro in bocca, con una società in bilico, senza soldi e con un amministratore che

Ciminiere, museo dello sbarco in Sicilia: da giugno niente aria condizionata e i turisti scappano

Il Museo di Viale Africa a Catania, nato quindici anni fa, occupa una superficie di circa 3000 mq all’interno centro fieristico “Le Ciminiere”. Nelle sale  si possono ammirare simulazioni, proiezioni e reperti originali che documentano le condizioni di vita prima, durante e dopo la seconda guerra mondiale, anche attraverso la ricostruzione degli ambienti in particolare dell’anno 1943. Eppure, da

Login Digitrend s.r.l