La camera ardente sarà aperta domani a partire dalle 9. Fino ad allora soltanto familiari e amici della donna potranno rendere omaggio e stare vicino alla salma della 54enne catanese, una delle nove vittime italiane della strage nella capitale del Bangladesh . Sabato pomeriggio, i funerali in Cattedrale

E’ arrivato nel Municipio di Catania il feretro di Adele Puglisi, la manager di 54 anni tra le nove vittime italiane della strage avvenuta sabato scorso a Dacca, capitale del Bangladesh. 

A Palazzo degli Elefanti è stata allestita la camera ardente che sarà aperta domani a partire dalle 9. Fino ad allora soltanto familiari e amici della donna potranno rendere omaggio e stare vicino alla salma.

I funerali saranno celebrati sabato alle 17 nella basilica Cattedrale di piazza Duomo.

Il rientro della salma era stato autorizzato ieri dai pm che indagano sulla strage,  dopo la conclusione dell’autopsia sui corpi delle nove vittime eseguita al Policlinico Gemelli di Roma.

Secondo i medici legali, il commando di terroristi –  armati di machete, armi da sparo ed esplosivo –  ha infierito sugli ostaggi, mutilandoli in più parti del corpo e senza dare loro il colpo di grazia. Su alcune salme, sono stati rinvenuti  anche segni di proiettile e tracce di esplosivo.