Ed è solo la prima tranche. Ci ha messo meno di due ore a decidere la GUP di Caltanissetta Graziella Luparello che l’ex vice presidente di Confindustria con delega alla Legalità Antonello Montante fosse effettivamente il capo di una consorteria eversiva su cui ancora gli inquirenti stanno cercando di fare piena luce con almeno altre due inchieste ancora in corso. La sentenza, nell’ambito del rito abbreviato, ha ampiamente superato le richieste della procura che si era “limitata” a 10 anni e mezzo. Pesanti condanne anche per gli altri imputati.

L’inchiesta è stata condotta dalla Squadra Mobile di Caltanissetta guidata dalla dirigente Marzia Giustolisi e coordinata dal procuratore Amedeo Bertone con i sostituti Stefano Luciani e Maurizio Bonaccorso che hanno sostenuto in aula la Pubblica Accusa, vedendo confermato in pieno l’intero impianto accusatorio, con il GUP che ha calcato la mano aumentando di ben 4 anni la richiesta della procura.

Una condanna già scontata di un terzo per effetto della scelta dell’imputato del rito abbreviato.

Condanna a 6 anni e 4 mesi per il capo della sicurezza di Confindustria, l’ex poliziotto Diego Di Simone e 4 anni per il suo braccio destro Marco De Angelis.

Gianfranco Ardizzone, L’ex comandante provinciale della Guardia di finanza di Caltanissetta Gianfranco Ardizzone condannato a 3 anni.

Pene minori, ma con la conferma del ruolo svolto nell’ambito dell’organizzazione, per Andrea Grassi, che è stato condannato a 1 anno e 4 mesi.

L’unica assoluzione, peraltro richiesta dalla stessa procura, ha riguardato l’ex dirigente generale dell’assessorato Attività Produttive Alessandro Ferrara. 

Attesa per il seguito…