Con la morte di Totò Riina sono tornate alla mente tutte le vittime della mafia e l’importanza della presenza dello Stato per debellare tale piovra.

Oggi si insedia il nuovo procuratore generale antimafia e antiterrorismo,  il dott. Federico Cafiero de Raho  già procuratore di Reggio Calabria. Il dott. De Raho è napoletano, ha 65 anni e prende il posto di un altro suo conterraneo il dott. Franco Roberti  che va in pensione.

Ieri il dottor De Raho in un’intervista al TG2 ha dichiarato dopo aver ricordato le vittime di un’era: – “abbiamo bisogno della collaborazione  della gente per battere la mafia”.

“E’ necessario ripristinare e riportare la gente alla legalità e rispetto della Legge ma è necessario che per offrire la collaborazione necessaria sia garantita la certezza della pena e tempi più celeri. – interviene Carmelo Finocchiaro presidente nazionale di Confedercontribuenti – Auguriamo un buon lavoro al neo procuratore a cui non faremo mancare la nostra collaborazione come organizzazione che fa della legalità  uno dei suoi pilastri portanti”.