Sapevo che stava male, ma non si è mai pronti ad accettare che gli amici con cui uscivi quando avevi splendidi e spensierati 14 anni possano andar via così presto e così dolorosamente. Non ci si vedeva per anni, ma quando ci si incontrava l’abbraccio e la battuta cancellavano in un colpo 40 anni, con tutti i nostri dolori, le gioie, i successi e i fallimenti. Io me lo ricordo su quel vespino 50 special portato 400; io me lo ricordo che rideva sempre, un sorriso bellissimo, sornione; io me lo ricordo buono, generoso, sempre pronto a starti accanto, a farti da scudo nelle mille risse da discoteca e poi lo ritrovo dopo anni ad inventarsi uno dei locali di maggior successo degli ultimi tempi, il 22 del porticciolo di Ognina…quanto tempo Enrico, quante monellerie ragazzine…ci sei stato, non sarai dimenticato. Ciao di cuore, sono sicuro farai un buon viaggio, hai sofferto e lottato tanto nella vita e ti sei meritata tutta la pace possibile. Un abbraccio fortissimo ai genitori, al caro fratello Aldo, alla moglie Alessandra e agli amatissimi figli Gianmarco, Manfredi e Benedetta. Il saluto martedì 13 agosto ore 16.30 chiesa Santa Maria di Ognina.