Non si arrestano le polemiche sulle condizioni in cui versano molte zone del quartiere San Cristoforo. Tra cattivi odori, rifiuti di ogni genere e persino amianto molte aree sono ormai diventate impraticabili

Continua il nostro viaggio tra le vie degradate di Catania. Non è difficile, purtroppo, trovarne molte nel popoloso e storico rione di San Cristoforo. Dopo le inchieste su via Toledo e via Stella Polare oggi ci troviamo a parlare di un’altra via del quartiere colma di rifiuti di ogni genere e utilizzata da sempre come grande discarica a cielo aperto: via Barcellona. Un angolo di degrado e una mini discarica, frutto di numerosi e continui scarichi di materiale da gettar via.

La via, ad angolo con via Plaia, nonostante le numerose bonifiche, è diventata ricettacolo di immondizia. Gettati direttamente sull’asfalto i rifiuti ormai la fanno da padroni. In via Barcellona, a pochi passi da una scuola elementare, si può trovare veramente di tutto. Sanitari, copertoni, buste di plastica, detriti, materassi, sedie, cartoni, mobili, elettrodomestici e, naturalmente, gli immancabili pannelli di eternit. 

La situazione di abbandono e degrado di questa via va avanti da moltissimi anni e recentemente era impossibile da percorrere perchè letteralmente invasa dai rifiuti. La distesa di immondizia molte volte è stata denunciata dai Consiglieri della 1° Circoscrizione di Catania, sollecitati anche dai residenti della zona che hanno più volte chiesto aiuto. Questi, infatti, sono costretti non solo a sopportare cumuli e cumuli di rifiuti maleodoranti vicino le loro abitazioni ma anche la presenza di topi, cani randagi e insetti. A preoccupare ancora di più i già esausti cittadini è l’eternit gettato tra gli altri rifiuti come se nulla fosse. Il danno che potrebbe generare alla salute degli abitanti del quartiere non è da sottovalutare.

“Da oltre 30 anni esiste questa discarica a cielo aperto in via Barcellona. Dopo diverse segnalazioni che facciamo giornalmente, non è purtroppo cambiato nulla- a dircelo è il presidente della Circoscrizione Salvo Romano con il quale abbiamo perlustrato la zona insieme ad altri consiglieri- I residenti sono stanchi – continua- e noi tutti vogliamo una volta per tutte mettere in sicurezza l’area, pulirla e bonificarla. Si deve capire che Catania è città di tutti e si deve rispettare per intero.”

Le condizioni igienico-sanitario dell’intera zona sono disastrose e la via, insieme alle altre già citate, sembra essere stata dimenticata. Purtroppo, infatti, quasi ogni via e strada del quartiere San Cristoforo si presenta in queste condizioni. Le micro discariche a cielo aperto aumentano ogni giorno e la situazione è, oltre che indecorosa per l’intera città, pericolosa per l’incolumità degli abitanti. In particolare, lo stato di abbandono di via Barcellona è da sempre conosciuto, ma nonostante ciò mai nessun tipo di intervento è stato fatto, aldilà delle occasionali pulizie che servono a ben poco.

Una delle soluzioni, a cui ancora non si è arrivati, potrebbe essere l’istallazione di un sistema di videosorveglianza che permetta di evitare, almeno in parte, l’abbandono dei rifiuti per strada, come ci dicono i Consiglieri di quartiere. Nel frattempo, però, i bambini della zona non possono giocare vicino casa loro a causa del rischio sanitario generato dalla micro discarica che allo stesso tempo rende il transito difficile alle auto e ai pedoni.

Gli sporadici interventi del Comune non sono sufficienti a mantenere pulita via Barcellona che si riempie sempre più di immondizia. Il suo stato di degrado, incuria e abbandono non fa altro che sottolineare la noncuranza nei confronti di un quartiere che sì fa parte di Catania ma è dimenticato e lontano dal resto della città, purtroppo non per una questione geografica.