Un fucile con matricola abrasa è stato ritrovato in un cortile del popoloso quartiere al centro della città. A fare la scoperta sono stati i poliziotti di una volante della Questura nel corso di una normale ronda il 2 gennaio. L’arma da fuoco era detenuta illegalmente con le relative munizioni

Il cortile era in pessime condizioni igienico-sanitarie e pieno di cianfrusaglie così, solo dopo un’attenta indagine, le forze dell’ordine hanno trovato l’arma in mezzo a rottami e ferri vecchi. Le quarantaquattro cartucce marca Fiocchi di calibro 16 e 28 erano all’interno del cestello di una vecchia lavatrice.

La parte del cortile in cui sono state ritrovate la doppietta e le munizioni è utilizzata da un’anziana donna e dal nipote minorenne. Il ragazzo solo in un secondo momento ha confessato di custodire l’arma ma per conto di un amico di cui ha dichiarato di non conoscere il nome.

Il materiale è stato sequestrato dai poliziotti e sarà oggetto di ulteriori indagini scientifiche. Il ragazzo e la nonna, quest’ultima con precedenti per fabbricazione e commercio abusivi di materiale esplodente e a conoscenza della presenza del fucile, sono stati denunciati per detenzione illegale di arma da fuoco.