Gli abitanti della via Passo Gravina, all’angolo con via Vitaliti, lanciano l’allarme e chiedono l’intervento di Sudpress. L’immobile fatiscente di proprietà comunale, è in condizioni pessime, e per di più occupato abusivamente da diverse persone, di etnia rom, con bambini piccoli

Le segnalazioni effettuate prima al presidente della seconda circoscrizione di cui il quartiere Barriera fa parte, e da questi poi all’Amministrazione Bianco una di queste che vi proponiamo accanto già due anni fa, era il giugno 2015, attualmente proprietario del rudere, non hanno evidentemente sortito alcun effetto, anzi.

La situazione rimane ad oggi quella descritta nei reclami, e cioè incuria, pericolo e disagio. Alcuni clienti del supermercato che si trova a pochi passi non nascondono rabbia e fastidio: “C’è sporcizia e disordine, oltre che poca sicurezza. Dentro quella costruzione non si capisce nemmeno quante persone ci stiano, e con bambini molto piccoli. Li lavano nelle bacinelle qui nel parcheggio, e fanno i bisogni dove capita. Inoltre spesso litigano, ed è necessario chiamare i carabinieri che non possono intervenire più di tanto se non sul momento, col risultato che il giorno dopo e tutto uguale”.

“Abbiamo un pò di paura a girare la sera, ci sono persone dall’aria poco raccomandabile, ma a parte questo c’è sempre cattivo odore e spazzatura che si accumula costantemente“.

“E’ stato detto che il comune non demolisce questa struttura perchè poi dovrebbe sostenere i costi di smaltimento del materiale, ma per noi è una bella stupidaggine, una scusa ufficiale. Fatto sta che dopo tanto tempo, 10 anni di reclami agli organi preposti, la situazione è peggio di prima, e non è giusto nè vivere in quelle condizioni, nè per noi sopportare lo stato delle cose”.