Un diciannovenne cosentino ricattava da tempo una ragazza minorenne di Catania. Il giovane era in possesso di una foto che minacciava di diffondere in rete.

La Procura di Catania ha coordinato le indagini, svolte dagli investigatori della Polizia Postale, che hanno condotto all’individuazione del responsabile di una “sex extortion”.

Il ragazzo, della provincia di Cosenza, aveva cercato di ottenere con minacce, da una diciassettenne catanese delle immagini intime.

I due si erano conosciuti su Internet, e avevano instaurato un rapporto di fiducia basato solo sulla conoscenza online.

La ragazza, dopo aver inizialmente ceduto alle lusinghe del giovane, gli aveva effettivamente inviato una sua foto svestita. Quell’immagine era stata utilizzata dall’indagato per averne altre, e al rifiuto della minore, avrebbe minacciato di diffondere sul web la prima foto in suo possesso.

Nonostante il ricatto la ragazza aveva resistito, ma successivamente sempre più spaventata dalle conseguenze, avrebbe addirittura pensato al suicidio.

Il padre della vittima dopo aver scoperto la vicenda, ha denunciato il tutto.

Le indagini hanno consentito in tempi brevi di identificare l’autore delle minacce e la Procura Distrettuale ha stabilito che venisse immediatamente effettuata una perquisizione con sequestro dei supporti informatici.