Ufficializzata questa mattina a Palazzo d’Orleans la candidatura alle prossime elezioni regionali per Nello Musumeci che, dopo mesi di incertezze, riesce nell’obiettivo di unificare il centro destra, ricevendo l’appoggio anche di Forza Italia e dei suoi leader storici, l’eurodeputato Salvo Pogliese e gli onorevoli Basilio Catanoso e Vincenzo Figuccia

Già nelle ultime settimane, pur non essendo ufficiale ma comunque quasi certa la candidatura di Musumeci, Forza Italia, sembrava essersi convinta del tutto ad accettare e sostenere nel modo migliore l’uomo che avrebbe concorso alla carica di governatore rappresentando il centro destra unito.

Ed difatti oggi, con l’ufficializzazione della candidatura a Palermo, non si sono fatte attendere le dichiarazioni di sostegno dagli esponenti del partito fondato da Silvio Berlusconi.

“E’ stato un ‘parto’ complicato -chiosa Pogliese- ma alla fine l’importante è che si sia arrivati a questa soluzione unitaria del centrodestra. Adesso è il tempo di lavorare tutti ‘pancia’ a terra per vincere le elezioni regionali del 5 novembre, lo dobbiamo alla Sicilia e ai siciliani che meritano una stagione finalmente di rilancio della nostra terra dopo i disastri di Crocetta e del Pd”.

Catanoso si spinge oltre e punta il dito contro il governo uscente: “Adesso che il Centrodestra ha finalmente scelto il candidato alla Presidenza della Regione Siciliana, è possibile avviare la campagna elettorale per ridare alla Sicilia la concretezza e la serietà di un governo che possa lavorare sulle macerie lasciate in eredità dal governo di Centrosinistra”.

E prosegue “i siciliani rimangono in attesa di conoscere dal Centrodestra non slogan ma programmi che sappiano tradurre in azione legislativa i desideri, le aspettative di un popolo senza guida da troppi anni. Bisognerà lavorare con buona lena al confronto dei programmi dei singoli partiti e/o delle coalizioni preesistenti per arrivare ad un programma condiviso. Noi partiremo dal proporre al candidato del centrodestra, on. Musumeci, il programma su cui abbiamo lavorato, il sottoscritto e l’amico e collega sen. Tonino D’Alì su indicazione del coordinatore siciliano on. Gianfranco Miccichè, insieme ai tanti militanti e dirigenti giovanili del nostro movimento; spero che questo contributo possa essere apprezzato e che anche da qui possa nascere l’entusiasmo che riesca a coinvolgere, di nuovo, tutti i nostri conterranei in una battaglia di libertà e di rivendicazione degli interessi dell’Isola. Adesso si può partire sul serio!”

Dello stesso avviso anche Figuccia: “Avevamo visto bene indicando Nello Musumeci come unico candidato per far vincere il centrodestra in Sicilia. Oggi l’annuncio ufficiale della candidatura è l’inizio di una nuova sfida che si proietta al 5 novembre prossimo, data in cui i siciliani metteranno fine alla fallimentare esperienza di Crocetta e del Pd che in cinque anni hanno male amministrato e lasciato sul lastrico migliaia di
lavoratori a cui non hanno saputo trovare risposte concrete. Il centrodestra unito è ciò che ho auspicato in questi mesi. Ora anche i sondaggi hanno chiarito alle varie componenti che su Musumeci la scelta era obbligata. Sono già al lavoro per la campagna elettorale, incontrando al gente, e spiegando come un programma di governo che rilancia lo sviluppo attraverso il turismo, l’agricoltura e i beni culturali possa creare occupazione”.