rifiuti

Progetto4

Raccolta porta a porta: via i cassonetti ma non ci sono gettacarte e posaceneri in città

La raccolta differenziata porta a porta approda alla sua seconda fase. I quartieri catanesi che stanno dicendo addio ai cassonetti, però, lamentano alcuni disagi: non esistono gettacarte, posaceneri o cassonetti specifici per gli escrementi dei cani in città

La rivoluzione dei rifiuti a favore di una Catania più ecologica e rispettosa, gestita dal Comune e dal Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi), estende i propri confini sino a via Monserrato e via Gabriele D’Annunzio, includendo la zona a Nord fino a via Rosso di San Secondo, a Est di viale Vittorio Veneto e a Ovest di via Caronda. Da questi giorni, due terzi del territorio della III Circoscrizione catanese non hanno più bidoni.

Ma l’avvio del progetto è accompagnato da alcune perplessità sui limiti attuali dei servizi di pulizia e degli strumenti per il decoro cittadino, oltre che sulla carenza d’informazioni e sulla reticenza culturale di alcuni abitanti che ancora getterebbero la propria spazzatura nei cassonetti delle altre zone non ancora coinvolte. Il Consigliere della III Circoscrizione Marco Leonardi ha segnalato un attuale deficit gestionale ironizzando a riguardo:

Vi trovate in strada e dovete buttare una cartaccia o un fazzoletto ma non sapete dove gettarlo? Mettetelo in tasca e poi buttatelo a casa! Purtroppo non esistono gettacarte in quasi tutto il territorio circoscrizionale.
Il vostro cane fa un bisogno e voi, da bravi cittadini, vi sentite in dovere di raccogliere gli escrementi ma non sapete dove buttarli? Metteteveli in tasca e buttateli a casa. Purtroppo non esistono bidoni adatti per le persone che passeggiano il proprio cane.
Fumate e dovete buttare la cicca di sigaretta e non volete buttarla in strada (teoricamente sareste multati)? Mettetevela in tasca e buttatela a casa. Purtroppo non ci sono cestini dove buttarla.
Per concludere vi consiglio di comprare dei bei pantaloni con le tasche larghe così da risolvere, alla base, un problema noto a molti ma evidentemente non a tutti!”

La necessità di ripulire le strade e le piazze della III Circoscrizione è stata confermata dal Presidente Salvo Rapisarda che ha commentato: “Se il Comune di Catania raggiungesse a regime il 65% della raccolta differenziata, come auspicato, il risparmio annuo dovrebbe aggirarsi intorno ai 14milioni di euro. Questa somma, ha promesso il Sindaco Enzo Bianco, sarà ripartita a metà come risparmio in bolletta ai cittadini e il restante 50% da investire per migliorare il servizio. Naturalmente, abbiamo chiesto di comprare in tempi molto rapidi dei gettacarte e, soprattutto nelle piazze con uno spazio per cani, dei contenitori idonei per i loro rifiuti, come già fatto a Parco Aldo Moro di Vulcania e a Parco Maria Teresa di Calcutta. Questo è davvero urgente per la pulizia delle nostre strade”.

C’è poca informazione” ha concluso Rapisarda, quindi è necessario che i cittadini si rivolgano al numero verde 800 59 44 44, che scrivano sulla pagina Fb di Catania Rinasce e che si rechino negli appositi uffici di via Etnea 603 (dal lunedì al venerdì, orario 9-13 e 15-18) per ricevere i kit e le nozioni necessarie. Il conferimento dei rifiuti urbani per le utenze familiari, fabbricati in genere, compresi i terranei non adibiti a negozi, ricordiamo che va effettuato esclusivamente e tassativamente dalle ore 20,00 alle ore 22,30.