Comprendere quando è il momento migliore per cambiare i propri pneumatici è molto importante, in particolare per chi vuole avere una maggiore sicurezza durante le ore di utilizzo della propria vettura. Qui di seguito, sono presenti tutti i dettagli per comprendere quali pneumatici è bene scegliere.

Le migliori automobili, se dotate di pneumatici non di buona qualità, non sono sicuramente in grado di offrire le migliori performance. Pirelli, una delle aziende più famose nel settore dei pneumatici, aveva coniato nel 1995 uno slogan che racchiude in pieno il concetto di questa ultima frase “La potenza senza controllo, è inutile”.

Quando cambiare i pneumatici?

L’usura massima consentita per legge dei pneumatici è 1,6 millimetri. Questa, è l’altezza minima che si può raggiungere, per non rischiare di essere sanzionati da una pattuglia durante un controllo. Per chi vuole avere una vettura con delle buona performance, è bene cambiare i propri pneumatici a circa 2,5 millimetri di altezza. Con un battistrada in queste condizioni, è ancora possibile avere una buona aderenza e tempi di frenata più che accettabili.

Come ci confermano gli esperti di Oponeo.it, una eccessiva usura del battistrada è una delle maggiori cause di incidente nel periodo invernale. Le condizioni climatiche che si possono trovare durante questo periodo dell’anno, purtroppo mettono gli automobilisti di fronte a una condizione di guida decisamente più difficile del normale.

Quali pneumatici scegliere?

Le tipologie di pneumatici a disposizione degli automobilisti di tutta Italia sono tre: pneumatici estivi, pneumatici invernali e pneumatici quattro stagioni. In base alla tipologia di guida e alle strade che si percorrono, è bene scegliere il pneumatico più idoneo.
Adottare un set di pneumatici estivi o invernali, è senza ombra di dubbio la soluzione più ideale per chi vuole avere il massimo della tenuta di strada e performance alla guida. Anche se questa soluzione è la più onerosa dal punto di vista finanziario, è anche quella che permette la migliore guida.

Per chi guida prevalentemente in città o su strade in ottime condizioni, i pneumatici quattro stagioni possono essere un’ottima scelta. Inoltre, la scelta di montare un solo set di gomme per tutto l’arco dell’anno, permette di risparmiare dei soldi sia dal punto di vista dell’acquisto dei pneumatici sia dal punto di vista della manutenzione. È vero che ogni sei mesi sarà bene verificare la bilanciatura dei pneumatici, ma questa è una spesa minima se si prendere in considerazione l’acquisto di un nuovo set di pneumatici per inverno od estate.

Un altro punto da prendere bene in considerazione, è la verifica dell’indice di velocità più idoneo per la propria vettura. Questo indice, che determina se il pneumatico è ideale per una guida alla massima velocità del proprio mezzo, deve sempre essere verificato prima dell’acquisto di un pneumatico. Se si acquista un set di gomme con un indice di velocità inferiore, oltre ad essere sanzionabili da carabinieri o altri organi di vigilanza sulla strada, mette l’autista in una situazione di potenziale pericolo.

In poche parole, la conclusione è sempre la stessa: la mancanza di aderenza può essere fatale anche per chi guida una vettura di altissima qualità. Se sulla propria vettura sono montati dei pneumatici di scarsa qualità, usurati e con troppi anni di servizio alle spalle; è fondamentale cambiarli con un set di pneumatici nuovi. Grazie ai consigli presenti nella guida, si potrà essere sicuri di aver fatto la scelta migliore.