Sinora abbiamo assistito solo a pasticci su pasticci causati da chi non riesce a fare altro che proclami e passerelle, con tanto di scimuniti che applaudono per poi ritrovarsi più disperati di prima. Per fortuna ci sono ancora dirigenti capaci di trovare soluzioni possibili ed assumersi responsabilità anche quando non sono le loro. Nel pomeriggio, infatti, il Commissario Salvo Cocina, con i poteri del Consiglio Metropolitano, ha proceduto al riconoscimento dei “debiti fuori bilancio” in favore di Pubbliservizi, al fine di erogare urgentemente le somme legittimamente spettanti alla società, per i servizi resi nel periodo 1 ottobre-24 novembre 2017, e quindi consentire il pagamento dei salari ai lavoratori. Il commissario ha anche incontrato il presidente della regione che ha assicurato la sua vigilanza sulla difficile situazione della Pubbliservizi.

Il Commissario straordinario del Consiglio della Città Metropolitana di Catania, Salvo Cocina, ha quindi incontrato il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, per discutere delle problematiche relative all’Ente intermedio e, in particolare, della crisi di Pubbliservizi, la società partecipata dalla ex Provincia.

Il Presidente Musumeci ha dato disponibilità all’apertura di un tavolo tecnico fra Città Metropolitana di Catania e sindacati, in cui la Regione avrà ruolo di mediazione fra le parti, per valutare le possibili iniziative per il risanamento della società e la salvaguardia dell’occupazione.

Continueremo a seguire con attenzione questa brutta vicenda che, insieme alla gestione del sistema rifiuti, rappresenta il simbolo della insopportabile inadeguatezza di chi ha governando la nostra comunità.