“Micari chi? Non so chi sia. Crocetta? Una delusione, meglio non commentare, sono amareggiato!”. Rispondono così a Sudpress i cittadini del capoluogo etneo, interpellati in vista delle regionali del 5 novembre nel sondaggio che il nostro giornale ha voluto compiere per strada e nei mercati di Catania. Critiche verso l’attuale presidente della Regione Rosario Crocetta e quasi nessuna conoscenza dei tre candidati più forti: Nello Musumeci, Fabrizio Micari e Giancarlo Cancelleri

Delusione e sfiducia che sfociano in incolpevole disinteresse. La politica ha mietuto “vittime” in questi ultimi anni, soprattutto dopo l’ascesa di Silvio Berlusconi o, molto dopo, di Matteo Renzi, diciamo i due leader delle maggiori coalizioni in grado, forse, di poter riaccendere gli animi degli elettori e che invece hanno successivamente prodotto nella gente un sentimento di totale rassegnazione, come se non ci fosse più dove andare e nulla da fare.

Persino i 5 stelle di Grillo, anche loro dopo i primi timidi risvegli negli animi della popolazione, hanno lasciato spazio allo sconforto anche a seguito delle fallimentari esperienze amministrative in città importanti come Roma dove la sindaca Virginia Raggi annaspa vistosamente tra i mille problemi della Capitale.

E così l’insoddisfazione ma ancor di più la delusione e il conseguente distacco dalla politica cresce. Sudpress ha tentato di fare un sondaggio tra i catanesi per capire chi dei maggiori candidati diciamo finora ufficiali, Nello Musumeci, Fabrizio Micari e Giancarlo Cancelleri fosse conosciuto e degno di quella fiducia che faccia rientrare la gente dalla freddezza e il distacco verso la politica ancora purtroppo con la p minuscola.

E la gente ha reagito come ahinoi ci si aspettava: con noncuranza e menefreghismo. E sempre lontano da microfoni e telecamere viste come fastidiosi strumenti da perdite di tempo.

Un bruttissimo segnale.

Anche diversi commercianti di viale Vittorio Veneto si limitano a dire, sempre alquanto infastiditi dalle domande sulle elezioni, che Crocetta non ha adempiuto alle promesse fatte, senza migliorare nulla in Sicilia.

Tra le risposte più frequenti? “Non so niente” oppure “non so chi sono i candidati” e la più significativa di tutte è “non penso nulla”.

L’unico nome più conosciuto, ma su cui nessuno sembra voler proferire parola, è quello di Nello Musumeci. Su Crocetta solo smorfie e pochissime esternazioni dietro alle quali si nasconde una rabbia silenziosa.