Ma certo che si, almeno il nostro di mondo, quello che ci riguarda da vicino. Non è un’esagerazione: ci crediamo fortemente! È la somma di tante iniziative, piccole e grandi, che hanno come unico obiettivo il Bene Comune ad essere l’unico antitodo a questa deriva morale e disumana che sta squassando questi tempi assurdi. Seguiamo Cinzia Favara ed il marito Emilio Randazzo in questo straordinario sogno che è WonderLad sin da quando era un terreno brullo e abbandonato alla periferia nord di Catania: era il 2014. Lo scorso maggio ne avevamo dato l’annuncio e la data è stata rispettata al minuto: Il 20 di novembre 2019 i bambini in lotta con la malattia avranno la loro casa. Colorata. A Catania: capitale mondiale dell’inefficienza, della malavita, del potere degli imbecilli.

Quando mi è arrivato l’invito per la cerimonia d’inaugurazione mi sono commosso, ed è ormai noto che non mi capita facilmente.

Ho ripercorso questi anni in cui abbiamo assistito alla guerra combattuta da due persone che hanno dedicato una parte importante della loro vita e delle loro capacità professionali al servizio di un’Idea che nasce dal bisogno di rendere il più lieve possibile la lotta terribile che molti nostri piccoli amici si trovano a dover combattere senza altra ragione che la mera sfortuna.

Cinzia Favara è una psicologa che con i bambini malati oncologici lavora da anni al Policlinico di Catania, non limitandosi al suo sostegno professionale, ma cercando percorsi laterali per poter essere utile il più possibile a questi piccoli combattenti.

Ha fondato con il marito Emilio Randazzo, architetto forse più pazzo di lei, una onlus, la LAD, che ha già realizzato proprio presso il reparto di oncoematologia pediatrica del Policlinico di Catania diretto dalla prof. Giovanna Russo, uno spazio protetto e coloratissimo dove i bimbi in cura possono giocare e studiare tra una terapia e l’altra.

Ne sono orgogliosi e noi con loro, lo abbiamo visitato tante volte: ma non gli bastava.

Nasce il progetto WonderLad ed è pura follia. A Catania? Una cosa simile?

Ne siamo testimoni diretti, si tratta di una coppia di coniugi di rara gentilezza ed eleganza, davvero gradevoli da frequentare nelle occasioni più diverse: insieme ci siamo divertiti anche nella realizzazione di quell’altra pazzia che è WonderTime.

Tanto gentili quanto mastini quando si è trattato di centrare l’obiettivo, superare le difficoltà, affrontare l’ignavia della burocrazia come la latitanza di chi prendeva impegni senza mantenerli.

WonderLad è diventato un case study, ammirato da Kyoto a Lione con Cinzia a fare da alfiere con i suoi speech nei consessi internazionali che ne hanno ammirato il progetto ma soprattutto il concept e l’amore che ci stanno dietro.

Sarà bello festeggiare questo mercoledì, ma sappiamo quanto è stato difficile e quanto è importante per tutta la nostra comunità che ce l’abbiano fatta.

Quella che mercoledì 20 novembre a partire dalle 9.30 sarà consegnato alla città di Catania e soprattutto ai suoi piccoli utenti, non sarà solo un’opera bella e meritoria, ma un esempio di eccellenza dalla progettazione ad ogni livello dell’esecuzione, con studi e professionisti coinvolti di caratura internazionale tanto da ottenere il riconoscimento, tra gli altri, dell’International Union of Architects, del Consiglio Nazionale Architetti P.P.C., dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura, di Federarchitetti, della Regione Siciliana e Inarch Sicilia. 

Alla cerimonia saranno presenti, com’è giusto, autorità e sponsor: non ne citiamo nessuno perché alcuni ci piacciono molto ed altri molto meno: noi, per quel che ci riguarda brinderemo alla salute di tutti.

Questa meraviglia si sviluppa su duemila metri quadrati di bellezza, nati dal LAD Project for WonderLAD, il concorso internazionale di architettura vinto dallo studio FRONTINITERRANA architects di Firenze, il quale ha progettato una struttura in cui si snodano laboratori, uffici, l’auditorium polifunzionale nonché una zona notte pronta ad accogliere 24 persone. Sono stati realizzati, infatti, anche sei monovani dotati di quattro posti letto, bagno privato e cucina, i quali si affacciano sulla corte interna e sul giardino. 

Proprio così, una meraviglia: a Catania.

Si può fare.


Il programa di mercoledì 20 novembre in via Filippo Paladino s.n (zona Due Obelischi)

ore ‪9:00‬ ingresso ospiti
ore ‪10:00‬ taglio del nastro e tour struttura
ore ‪11:00‬ interventi sul palco
ore ‪13:00‬ aperitivo
🚍 IMPORTANTE è previsto un servizio navetta continuativo dalle ore 8:30 alle 13:40 presso il parcheggio scambiatore “DUE OBELISCHI” via Lo Jacono Francesco, dove parcheggiare il
vostro mezzo.
🚗 Ecco il link per raggiungere il parcheggio:
‪https://tinyurl.com/su7zbwo‬
N.B. Non sarà possibile raggiungere la struttura direttamente con l’auto.
Vi ricordiamo di seguirci sulle seguenti pagine:
FACEBOOK: WonderLad
FACEBOOK: LAD Onlus
INSTAGRAM: wonderladcatania
HASHTAG:
#INAUGURAZIONEWONDERLAD
#WONDERLADCATANIA
#LADPROJECT