“Una posizione che permetterà alla Sicilia di accedere ai fondi provenienti da Bruxelles, grazie alla crescita del traffico di traghetti e merci, con l’aumento dell’incidenza dei passeggeri provenienti dalle crociere con nuove tecnologie. Ecco perché il sistema portuale di Catania e Augusta, con Gela in futuro, deve essere antesignano rispetto all’utilizzo di carburanti ecologici e compatibili che portano al risparmio energetico e al rispetto dell’ambiente”- afferma l’eurodeputato Salvo Pogliese, membro Commissione Trasporti UE

Infrastrutture marittime e grandi navi saranno riconvertite in chiave eco sostenibile grazie all’introduzione graduale dei motori a GNL (Gas Naturale Liquefatto), affinchè la Sicilia possa essere avamposto nel Mediterraneo per lo sviluppo del biogas e dei combustibili a basso impatto ambientale.

Sono state illustrate le linee guida del Piano strategico nazionale GNL e le numerose prospettive di sviluppo per l’economia del mare nell’area euromediterranea, durante l’incontro a cui hanno preso parte politica, istituzioni, industria, enti pubblici e privati per la prima volta insieme per creare un sistema integrato in grado di abbassare la produzione di zolfo e l’inquinamento nelle aree portuali e metropolitane.

Enrico Maria Pujia, direttore generale del Trasporto marittimo sottolinea che “il ministero delle Infrastrutture lavora sul GNL dal 2007, in tempi non sospetti, anticipando una visione di strategica a livello europeo e internazionale sull’abbattimento delle emissioni nei porti”. Il basso tasso di inquinamento e i costi accessibili il Gas Naturale Liquefatto, messi a sistema, sono in grado di rilanciare la portualità e il settore marittimo in Italia.

“In Italia siamo pronti a mettere il gas, abbiamo un progetto globale in cui la Sicilia, snodo fondamentale del Mediterraneo, può fare la sua parte come player principale” osserva Mario Dogliani, coordinatore dei progetti Lng per conto del Mit. “Per poter dare il gas liquefatto alle navi e ai camion abbiamo bisogno di depositi e di una rete di distributori, un network unico in Europa che abbia il suo baricentro proprio sull’isola”.