1.530 euro. Per soli 17 giorni di “ricovero”. Questo è quanto il Comune di Catania ha pagato per alloggiare i coniugi Pernice e i loro figli in una camera di B&B. Solo alloggio. Con questa cifra avrebbero potuto pagarci almeno tre mesi di affitto in una casa dignitosa. E se tiriamo le somme le cifre sono da capogiro. Che se ai Pernice avessimo comprato una casa avremmo speso di meno. E non finisce qui…Prima puntata

La dicitura è “ricovero d’urgenza”. Anche se dopo due anni dal disastro che li ha lasciati senza casa, forse la vera urgenza sarebbe stata dare ai coniugi Pernice un alloggio dignitoso. Così da consentire alla loro famiglia di vivere quella quotidianità che hanno perso quel 2 novembre insieme con la loro casa.

Dopo il racconto di Sara Obici e Francesco Nicosia non ce la siamo sentita di far cadere nel dimenticatoio il problema di Sebastiano ed Eleonora. E come nostra abitudine abbiamo cercato di trovare risposta nelle carte.

Quello che abbiamo scoperto ci lascia basiti.

Le spese pazze

I coniugi Pernice sono sotto la tutela dei servizi sociali da ormai più di tre anni: hanno cambiato alloggio diverse volte, spostandosi da un b&b ad un altro.
Sapete con quali costi per il Comune di Catania? Abbiamo stimato una cifra che si aggira oltre gli 80 mila euro.
Di solo alloggio.
Una media di 2.500 euro al mese. Per tenerli in un b&b. Anzi, in più di un b&b.

Non ci è stato possibile trovare tutte le delibere contenenti l’approvazione dei mandati di pagamento per i proprietari dei bed and breakfast. Ma quello che abbiamo trovato lo mettiamo come sempre a vostra disposizione.

Vi citiamo una delibera per tutte: la n°11_453 del 23/03/2017 con la quale dottoressa Carmela Campione (della Direzione Famiglia e Politiche Sociali, P.O. Inclusione Sociale-Politiche abitative) autorizza un pagamento di 3.060 euro nei confronti di Fichera Benedetto, titolare del B&B Garibaldi.

La somma è da riferirsi al ricovero d’urgenza di due nuclei familiari di 5 persone ciascuno. 3.060 euro, 1.530 euro a famiglia per un totale di 17 giorni, dal 01/01/2017 al 17/01/2017.

I documenti sui Pernice e la tutela della privacy

Noterete che nella delibera i nomi sono in realtà oscurati: per questioni relative alla privacy i nomi dei cittadini seguiti dai servizi sociali non potrebbero essere noti.

Ma facendo una ricerca per cognome ci è stato abbastanza semplice reperire buona parte dei “conti”. Il cognome viene per errore (o per negligenza) lasciato nell’oggetto della delibera, nel file che non viene rinominato prima del caricamento sul sito ufficiale o addirittura all’interno del documento stesso, che essendo un pdf viene scansionato dal motore di ricerca.

pernice ricerca comune catania

Con questa semplice ricerca per nome siamo riusciti a reperire 12 delibere, per un totale di oltre 34 mila euro spesi dal Comune di Catania per dare un letto – e niente più – alla famiglia Pernice. Alla nostra ricostruzione manca più di n anno: metà del 2016 e quasi tutto il 2018.

E i Pernice non sono i soli, abbiamo trovato altri cognomi, altre famiglie. Cifre astronomiche per non risolvere il problema. I b&b invece sono sempre gli stessi. Ma ci torneremo.

 

Le determine di spesa per il solo caso Pernice