Si, proprio così. Abbiamo ricevuto mail, messaggi e commenti di diversi lettori che ci chiedono come mai, noi in genere molto attenti a quello che accade nei vari palazzi, non abbiamo dato lo spazio offerto da altri organi di stampa alla querelle che ha visto il movimento 5Stelle perdere il proprio ex candidato sindaco Giovanni Grasso a causa della registrazione di una telefonata privata. La risposta è semplice: c’è un limite alla cretineria, a meno che sia proprio questa la notizia. E, sinceramente, la conferenza stampa dei big locali dei 5Stelle ed i relativi strascichi, tra comunicati e precisazioni, è uno degli spettacoli più imbarazzanti degli ultimi tempi. E dire che non ne mancano…

Però, a disposizione dei lettori comunque appassionati, per dovere di cronaca ed a futura memoria, mettiamo a disposizione i due video che hanno originato l’incredibile vicenda: l’intervento nel corso della seduta del consiglio comunale del 14 maggio durante il quale la capogruppo 5Stelle Lidia Adorno formula accuse in capo al vice sindaco Roberto Bonaccorsi che risponde nella seduta del 20 maggio, annunciando la querela che poi è l’argomento di discussione oggetto della registrazione tra lo stesso Bonaccorsi e l’ex candidato sindaco 5Stelle Giovanni Grasso.