Incendiato un bagno chimico,  andato distrutto. L’assessore D’Agata, “Gli abitanti del quartiere, negli incontri che  stiamo organizzando, manifestano entusiasmo per l’iniziativa”. I primi  dieci lotti della fase sperimentale dell’iniziativa saranno assegnati  entro i primi di luglio

Furti e danneggiamenti nell’area del quartiere di Librino dove si sta completando la  realizzazione degli orti e frutteti urbani da assegnare entro l’inizio  del mese di luglio.

Lo rende noto l’assessore comunale all’urbanistica Salvo Di Salvo spiegando che “è stato dato fuoco a un bagno chimico,  andato distrutto”. “Abbiamo avuto conferma che quest’azione e i furti  rappresentano una reazione di chi non vuole gli orti urbani, aggiunge Di Salvo sottolineando che “gli orti,  infatti, disturbano coloro i quali intendono utilizzare gli appezzamenti  di terreno incolti della zona per comportamenti illeciti o  semplicemente usarli come discariche. Ecco perché gli orti e frutteti  urbani vengono osteggiati”.

“Ovviamente non ci faremo intimidire, sostenuti dalle associazioni e dai cittadini di Librino che apprezzano e  sostengono l’iniziativa dell’Amministrazione”, assicura l’assessore all’Urbanistica.

Il  progetto degli  orti e frutteti urbani, ispirato al concetto di sostenibilità ambientale porterà in maniera  modulare alla realizzazione di uno dei più grandi parchi urbani con orti e frutteti d’Europa dando contemporaneamente a famiglie, condomini,  pensionati, scuole e associazioni la possibilità di coltivare ortaggi e  frutta.

“Gli abitanti del quartiere – ha aggiunto l’assessore  Saro D’Agata, che ha le deleghe alla Legalità e a Librino – negli incontri che  stiamo tenendo in questi giorni continuano a manifestare entusiasmo per  l’iniziativa, per il momento in una fase sperimentale visto che il bando  dell’Amministrazione affiderà due lotti per orti didattici, due per  orti sociali, due per associazioni e quattro per famiglie. Ogni lotto  sarà dotato di un punto acqua per l’irrigazione e gli assegnatari  potranno inoltre acquistare a prezzi agevolati piantine, bulbi, sementi,  alberelli, fertilizzanti e antiparassitari naturali”. 

Per  presentare le domande ci sono ancora dieci giorni di tempo. Le domande  di assegnazione potranno essere presentate dai residenti nel Comune – in  caso di associazioni o istituti scolastici basterà che la sede sociale  ricada nel territorio comunale – in busta chiusa, all’Ufficio Protocollo  della Direzione Ecologia del Comune di Catania le 12 del 27 giugno. Il  plico, con la dicitura “Bando per l’assegnazione di orti urbani  Librino”, potrà anche essere inviato per posta alla Direzione Ecologia  del Comune-Commissione Orti Urbani, via Pulvirenti 4, 95128 Catania.  Farà fede comunque il timbro di accettazione dell’ufficio Protocollo e  non il timbro postale. Il regolamento per partecipare si trova sul sito  istituzionale del Comune (www.comune.catania.it).