Azioni di contrasto alla criminalità e sostegno attivo alle forze dell’ordine sono le principali attività degli uomini dell’Esercito nell’ambito dell’Operazione “Strade sicure”. Anche negli scorsi giorni, diversi interventi importanti per i militari a Catania


Nel corso del fine settimana infatti, gli uomini e le donne dell’Esercito, impegnati a Catania in attività di presidio sono più volte intervenuti, insieme alle Forze di Polizia.

Una delle pattuglie in forza al 62° reggimento Fanteria “Sicilia”, avvisata da alcuni cittadini che avevano assistito al furto in un negozio vicino piazza Università, è intervenuta, bloccando il ladro, poi consegnato con la refurtiva, ai poliziotti giunti immediatamente sul posto.

Interessante anche l’intervento della pattuglia di controllo presente nella zona intorno all’aeroporto Fontanarossa, che ha recuperato, ben nascoste nove targhe automobilistiche delle quali era già stato denunciato, solo per alcune, lo smarrimento. Le targhe, che sarebbero potute servire anche per compiere atti criminali, sono state subito consegnate agli agenti della Polizia di Stato.

Ottimi risultati dunque nel controllo del territorio, quelli raggiunti dai militari dell’Esercito italiano, anche grazie al coordinamento della Polizia e dei Carabinieri, all’esperienza trentennale degli uomini e delle donne nelle missioni internazionali, alle operazioni sul territorio nazionale e alla costante attività formativa. Ciò consente di avere soldati addestrati a intervenire anche in operazioni di pubblica utilità per la tutela della collettività.