Sono quasi tutti volti noti, esponenti attuali della politica con ruoli istituzionali, per lo più di consiglieri e assessori, e c’è anche un sindaco nella lista Fratelli D’Italia-Noi con Salvini per le elezioni regionali, che sarà presentata entro giovedì 5 ottobre. A poco più di un mese dal giorno delle votazioni, ci sono già nomi certi e tutti maschili nella lista unica, voluta e realizzata per concorrere insieme a questa tornata elettorale, da Angelo Attaguile, deputato della Lega e segretario nazionale di Noi con Salvini, e Sandro Pappalardo, segretario in Sicilia di Fratelli d’Italia, a sostegno del candidato alla presidenza Nello Musumeci

Tra quelli che ricoprono attualmente la carica di consiglieri comunali ci sono: Carmelo Nicotra, consigliere comunale di Catania che ha da pochi mesi lasciato Area Popolare per passare a FDI, non senza strascichi secondo l’opinione pubblica; Salvatore Scaletta, del consiglio di Misterbianco, eletto a giugno con Unione Civica, lista a sostegno del sindaco Di Guardo, e Giuseppe Gentile, consigliere di Paternò, tra i più votati della sua lista alle ultime comunali di giugno.

Carmelo Nicotra

Sempre di Paternò e già candidato anch’egli alle scorse elezioni comunali, Gaetano Galvagno, esponente paternese di Noi con Salvini e di recente impegnato a presenziare durante la raccolta di firme con i banchetti nel suo paese, contro l’accoglienza incontrollata di migranti nel nostro Paese.

Egualmente, un nome già da tempo vociferato è quello di Rocco Zapparrata, imprenditore di Grammichele, paese del calatino, che si occupa di marmi ed è laureato alla Bocconi. Già in consiglio comunale fino al 2013 e oggi rappresentante della coalizione di Angelo Attaguile che fa capo a Matteo Salvini, è rimasto noto alle cronache anche per aver proposto di recente la realizzazione, a Palagonia, di una statua commemorativa dei due coniugi uccisi nel 2015, per il quale omicidio è accusato un migrante ivoriano del CARA di Mineo.

Alberto Cardillo

Infine, tra i candidati anche un sindaco, Anastasio Carrà, primo cittadino di Motta Sant’Anastasia, passato al partito siciliano legato a Salvini ad ottobre 2016. Carrà è stato il primo come numero di voti alle ultime due elezioni comunali a Motta (la prima volta ha ricoperto il ruolo di presidente del consiglio comunale). È laureato in Scienze Politiche ed è luogotenente dei carabinieri.

C’è poi l’attuale assessore del comune di Mascali, Alberto Cardillo, con delega allo Sport, Turismo e Spettacolo, Ambiente, Ecologia, Beni ed Attività Culturali, Nominato dal sindaco a maggio del 2017, dopo essere stato anche vice presidente del consiglio comunale, nel novembre dello scorso anno aveva chiesto di essere considerato consigliere indipendente, senza dunque appartenere ad alcun gruppo di maggioranza in seno al consiglio.

Anastasio Carrà

Per quanto riguarda la circoscrizione di Catania quindi, Manlio Messina, consigliere comunale e capogruppo di Fratelli Italia, spiega: “Stiamo valutando solo qualche aggiustamento della lista in funzione del territorio, ma ormai ci siamo, i candidati sono stati decisi”.

In effetti stupisce che tra i nomi sicuri, a pochi giorni dalla consegna delle liste, non ci siano ancora candidati di sesso femminile.