Dopo le accese polemiche dei giorni scorsi sul caso dei disabili apparentemente cacciati dalla pizzeria “Santa Rita Garden”di Nicolosi, e l’intervento di diverse personalità politiche, il Codacons ha deciso di vederci chiaro, presentando un esposto, tramite l’avvocato Giuseppina Chiara Reale, alla Procura della Repubblica di Catania

“Considerata la delicatezza della vicenda, appare indispensabile, a parere di chi scrive, un’assoluta chiarezza, non potendo in alcun modo passare un messaggio di giustificazione o leggerezza di quanto accaduto”, scrive il Codacons nell’esposto.

“E così non sta accadendo in quanto è intervenuto anche il Sindaco di Nicolosi, Nino Borzì, il quale, a tutela dell’intera cittadinanza, ha manifestato il proprio disappunto e l’esigenza che la verità venga alla luce; appresa la notizia, infatti, ha espresso le proprie scuse invitando i ragazzi e gli operatori a tornare a Nicolosi a spese dell’Amministrazione ed ha convocato il gestore del locale Signorelli presso il Comune per sentire la sua versione.

Quanto accaduto mercoledì scorso, al di là e al di sopra delle versioni delle parti interessate, mette in evidenza una delle piaghe storiche della nostra società che mal si accetta di voler sanare; troppo grave e inaccettabile per la società che si vorrebbe descrivere ”civile”.

Con tale atto è stato chiesto dal Codacons alla Procura di Catania di intervenire allo scopo di accertare come si siano realmente svolti i fatti e verificare eventuali fattispecie penalmente rilevanti con relative responsabilità.