Il mercato dei motori continua il proprio trend positivo che dura da diversi anni. Il comparto selle auto usate, infatti, soprattutto al sud non conosce sosta e continua a far segnare numeri più che positivi.

I passaggi di proprietà delle quattro ruote, depurati dalle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), a maggio hanno messo a segno un incremento mensile del 5,7%, che sale a +10,8% in termini di media giornaliera, considerato che il mese di maggio 2018 ha avuto una giornata lavorativa in meno rispetto all’analogo mese dell’anno precedente.

Per ogni 100 autovetture di nuova immatricolazione ne sono state vendute 128 usate nel mese di maggio e 144 nei primi cinque mesi dell’anno.In aumento anche i passaggi di proprietà dei motocicli, che al netto delle minivolture hanno registrato una variazione mensile positiva del 6,3% (+11,4% in termini di media giornaliera).

Complessivamente nel periodo gennaio-maggio 2018 si evidenziano incrementi del 5,5% per le autovetture e del 3,7% per tutti i veicoli, a fronte di un calo dell’1,7% per i motocicli.

Numeri che sono possibili grazie soprattutto alle nuove tecnologie che offrono diverse soluzioni come quella di Car2Cash, uno dei compro auto usate più conosciuti sul territorio nazionale. 

Il mercato delle auto usate resiste anche nel più difficile periodo estivo, confermando ancora una volta che la fiducia dei consumatori nelle auto diesel segue dinamiche molto diverse rispetto al mercato delle auto nuove.

Se infatti i veicoli a gasolio immatricolati ad agosto hanno ridotto solamente di qualche punto percentuale il ribasso medio nei primi 8 mesi del 2018, le auto usate a gasolio continuano a macinare numeri positivi.

Situazione inversa invece per le auto a benzina che ad agosto sono più richieste da nuove che da usate. In totale le immatricolazioni superano quota 192 mila con un rapporto usato/nuovo che ad agosto è anche più alto della media annuale.

Diversamente da quanto si verifica sul fronte delle prime iscrizioni, dove le auto diesel continuano a perdere quote di mercato (-8,1% ad agosto rispetto allo stesso mese del 2017, con un’incidenza rispetto al totale delle vendite in calo dal 60,1% di agosto 2017 al 56,7% di agosto 2018), le vetture usate alimentate a gasolio hanno riportato ad agosto un incremento mensile del 5,3% (+6% nei primi otto mesi dell’anno). 

In merito l’ACI sottolinea ancora una volta come attualmente in Italia esista un parco circolante di circa 16.900.000 auto diesel che contrasta sensibilmente con le politiche ambientalistiche annunciate da alcune importanti amministrazioni locali. 

Ancora in calo, al contrario, i passaggi di proprietà dei motocicli, che nel mese di agosto hanno registrato al netto delle minivolture una variazione mensile negativa del 3,8%.In totale nei primi otto mesi del 2018 si evidenziano incrementi del 5,5% per le auto di seconda mano e del 3,6% per tutti i veicoli, con un calo del 2,4% per i motocicli.