Aveva 74 anni Elio Rossitto professore di Economia politica dell’Università di Catania, uno dei docenti più in vista dell’ateneo tra gli anni ’90 e i 2000, fu anche consulente politologo vicino all’allora presidente della Regione Raffaele Lombardo

Le sue lezioni, dalla fine degli anni ’80, erano tra le più seguite. Il professore aveva un quid in più -ma come lui ricordiamo in quegli anni il compianto professore Giovanni Montemagno, Franco Cazzola, poi trasferitosi a Firenze, Pietro Barcellona, Giovanni Gennaro- nello spiegare una materia non semplice come l’economia politica, che la rendeva semplice e comprensibile lasciando gli studenti incollati alle sedie e facendo loro trascorrere le due ore di lezione in un batter d’occhio. Intelligente, colto, sveglio, spregiudicato, elegante, controverso. Ma evidentemente, al termine di una brillante carriera, abusò della sua posizione e si rovinò sul finire dello scorso decennio.

Il professore si dimise infatti dall’Università nel 2009, travolto da uno scandalo di ricatti sessuali nei confronti di alcune studentesse, per il quale venne condannato nel febbraio 2014 a due anni e sei mesi di reclusione, pena sospesa.

All famiglia le condoglianze di Sudpress.