Alla ricerca di conferme e del cambiamento, in questa ottica lavorano gli ultimi due candidati a sindaco presentati da SudPress dei quattro in lotta per il Comune di Misterbianco. Nino Di Guardo e Giuseppe Di Stefano sono forse ai due poli opposti nello schieramento dei quattro sfidanti per la poltrona di primo cittadino a Misterbianco

Dopo aver raccontato dei progetti e dell’entusiasmo di Marco Corsaro sostenuto da ben sette liste (Guardiamo Avanti, La Voce di Misterbianco, Misterbianco del domani, Bene Comune, Noi per Misterbianco, Alternativa popolare, Liberi e forti per Misterbianco) e Maria Antonia Buzzanca (appoggiata in primis da Forza Italia – Progetto Misterbianco ma anche dalle civiche Orgoglio Siciliano e Buzzanca Sindaco) ecco le nomine a completamento del quadro.

Nino Di Guardo, una Amministrazione alle spalle molto discussa dai suoi avversari politici trova un fortissimo seguito. Lavoro cultura solidarietà, Misterbianco civica, Misterbianco rinasce con te, Movimento volontari per Misterbianco, Misterbianco 2.0, Pdr – Sicilia Futura, Ama Misterbianco, Unione Civica per Misterbianco e Sì sono le nove liste che sosterranno la sua candidatura.

Nino Di Guardo

“Vincere al primo turno” è l’obiettivo dichiarato dal sindaco uscente, che si è detto pronto e convinto di poter continuare la propria avventura politica anche per i prossimi anni con tanti obiettivi da raggiungere su diversi fronti.

Giuseppe Di Stefano, dal canto suo, da politico pentastellato, propone la propria idea di innovazione e rottura con il passato mettendo al centro del proprio progetto per Misterbianco temi da sempre discussi nel paese etneo come quello dei rifiuti che tra una discarica e l’altra ormai da diversi anni fa parlare di sé e non in termini entusiastici.

Giuseppe Di Stefano

I tempi sono ormai maturi e i misterbianchesi saranno gli artefici del proprio destino il prossimo 11 giugno.