Il mercato assicurativo italiano per l’anno 2017 vede una chiusura decisamente interessante. Una crescita costante quella del mercato italiano che mostra numerose nuove immatricolazioni e una fetta di polizze digitali tra le più estese in Europa. In questo approfondimento confronteremo i dati di diversi studi e ricerche in questo ambito per comprendere come sarà proiettato il mercato delle polizze rc auto nei prossimi mesi del nuovo anno e daremo uno sguardo anche un po’ più in là nel tempo.

A quanto emerso dai dati del Centro Studi Promotor e pubblicati nei giorni scorsi da Il Sole 24 Ore il mercato risulta attivo e in costante movimento.
Sempre secondo quanto riportato dal più importante quotidiano economico nazionale gli italiani continuano ad acquistare nuove automobili, complici gli incentivi e eco bonus che le aziende automobilistiche mettono a disposizione dei clienti. Allo stesso tempo però gli automobilisti italiani si rivelano attenti nella scelta dei costi di manutenzione e di gestione del mezzo di trasporto in modo particolare si mostrano oculati nella scelta della polizza rc auto.

In Italia nel corso del 2016 i dati riportati in un altro studio (Monitor Deloitte – Indagine sul Mercato Assicurativo Auto in Europa) contano oltre 4,5 milioni di polizze telematiche effettive da parte degli italiani, una cifra considerevole in rapporto ai dati relativi agli altri grandi Paesi europei in molti dei quali il numero non arriva a 20.000. Si stima che il mercato assicurativo telematico in Italia sia già pari al 15%. La quota percentuale prevista nel prossimo biennio è il raggiungimento da parte delle polizze online del 27% del mercato assicurativo auto.

Sempre all’interno di questa indagine sul mercato assicurativo europeo viene mostrato come il profilo dell’automobilista sia molto propenso al cambiamento di compagnia assicurativa, senza troppe remore e allo stesso modo accetti di buon grado la condivisione dei propri dati personali.

Gli italiani preferiscono le polizze rc auto telematiche principalmente per una questione di prezzo, gli sconti possibili online sono molto più convenienti dei tradizionali contratti in agenzia o tramite broker. Le assicurazioni online sono in grado di offrire ai consumatori finali premi decisamente inferiori grazie ai costi di gestione più contenuti.
Altri elementi che interessano i sottoscrittori delle polizze online sono i servizi offerti, sia legati all’automobile che non, e la tutela dati da social media, ma anche la tutela dei dati di guida.

È evidente che gli italiani stanno apprezzando molto i vantaggi dei comparatori online per polizza auto, supporti fondamentali per individuare rapidamente il miglior prezzo per la stessa assicurazione. In pochi clic e compilando uno stesso modulo si ottengono numerosi preventivi da confrontare secondo le proprie specifiche esigenze. Un risparmio di tempo e un confronto ben più ampio, disponibile 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Ogni cliente tramite il sito o l’app mobile del portale di comparazione può in qualunque momento richiedere i preventivi, senza attenersi agli orari d’ufficio e senza doversi recare direttamente nelle diverse filiali. La comparazione è il primo passo per iniziare a risparmiare sui costi dell’automobile: qui puoi richiedere e gestire preventivi online.

Un altro motivo per cui gli italiani preferiscono le assicurazioni auto telematiche è la possibilità di gestire le proprie polizze online direttamente. Tramite i nuovi sistemi, molto sicuri, e personalizzabili le compagnie assicurative offrono ai propri clienti la possibilità di interagire in modo semplice con i propri contratti.
Generalmente dal proprio pannello di controllo il contraente può occuparsi in prima persona della denuncia di un sinistro, della sostituzione o della riattivazione di un contratto assicurativo auto o dell’annullamento dello stesso. All’interno del sistema è inoltre possibile stampare o scaricare l’attestato di rischio, il documento che permette di cambiare compagnia assicurativa. Uno snellimento delle procedure burocratiche che non può che essere positivo per il cliente quanto per le agenzie, riducendo i tempi delle pratiche e rendendo autonomi alcuni processi.

La prospettiva per il futuro del mercato assicurativo italiano è di certo in crescita, con una previsione di 2 milioni di nuove immatricolazioni auto per il 2018 e una crescita ulteriore delle polizze telematiche.