L’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, Bruno Marziano, risponde agli attacchi veicolati da alcuni utenti sul noto social network Facebook.

«In maniera strumentale – ha dichiarato Marziano – è stato veicolato e condiviso un vecchio articolo, pubblicato nell’ottobre del 2016 da Live Sicilia, riguardante la Formazione professionale, in cui venivano fatte alcune considerazioni che sono state smentite dai fatti e chiarite dallo stesso autore: l’ente, infatti, di cui si parla è stato escluso dall’elenco degli enti finanziabili assieme a tanti altri.

Dunque, dopo un anno viene rimessa in circolazione una notizia che poi è stata superata dall’accertamento dei fatti, a cui fanno seguito centinaia di commenti di alto contenuto diffamatorio e calunnioso in particolare da parte di alcuni utenti.

Lo ritengo un tentativo di imbarbarire la competizione elettorale in corso e avviare una campagna denigratoria, frutto della totale mancanza di argomenti, che non sono disposto ad accettare e tollerare anche perché i commenti che seguono la pubblicazione dell’articolo sono zeppi di falsità e affermazioni diffamatorie. Per questo mi riservo di querelare chiunque strumentalizzi tale articolo.

Io vado avanti con la mia campagna elettorale, con la consapevolezza di chi non solo ha argomenti, ma ha dalla sua parte anche il riscontro dei fatti grazie al lavoro svolto da deputato all’Ars della provincia di Siracusa e da assessore regionale».