L’importante operazione è stata denominata “Samael”, l’arcangelo “Castigo di Dio” poi decaduto. In corso di esecuzione ordinanze di custodia per 9 persone e il sequestro di beni per 12 milioni e 660 mila euro direttamente riconducibili ai padrini Nitto Santapaola, Aldo Ercolano, Francesco Mangion e Giuseppe Cesarotti. IN AGGIORNAMENTO

I Carabinieri del ROS stanno dando esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, in carcere ed agli arresti domiciliari,  nei confronti di 9 persone, emessa dal GIP Distrettuale, su richiesta della DDA della Procura di Catania.

Il GIP ha anche disposto il sequestro preventivo di società e beni mobili per un valore complessivo calcolato in € 12.660.000,00.

Il provvedimento è scaturito da articolata attività d’indagine avente a oggetto gli investimenti immobiliari eseguiti, negli anni ’90, direttamente da Nitto SANTAPAOLA, Aldo ERCOLANO cl. 60, Francesco MANGION e Giuseppe CESAROTTI.

Le fattispecie delittuose perseguite sono quelle di cui agli artt. 416 bis c.p. (associazione di tipo mafioso), 110 e 416 bisc.p. (concorso esterno in associazione di tipo mafioso), 629 c.p. (estorsione), 648 bis c.p. (riciclaggio), 512bisc.p. (trasferimento fraudolento di valori) e 513 bisc.p. (illecita concorrenza con minaccia).

Nella mattinata investigatori e inquirenti forniranno i dettagli dell’importante operazione.