In Sicilia non è ancora arrivata. Ma è già partita da Milano per un tour in 13 tappe che la porterà a toccare il Piemonte, la Toscana, le Marche la Puglia e la Calabria. Per concludersi a Palermo il prossimo il 15 settembre raggiungendo la Casa Museo Pugliesi dove troverà la sua collocazione definitiva.

E’ un’opera fortemente concettuale ma per niente difficile da capire. L’ha realizzata Claudio Parmiggiani su commissione dall’ AMEI, Associazione Musei Ecclesiastici Italiani.

Quella di Parmiggiani, uno dei più importanti artisti contemporanei, è una scultura piccola, concentrata ed eloquente. Una lastra di vetro, levigata fino a diventare specchio che ha il suo punctum concettuale nello squarcio al centro: un colpo violento che apre una ferita nella sua superficie

Ed è immediata la sovrapposizione con quel colpo di pistola che trapassò la nuca di Padre Pino Puglisi, la sera del suo compleanno il 15 settembre 1996 a Palermo tra i vicoli del Brancaccio, quando la Mafia decise di interrompere il suo cammino di impegno sociale ed evangelico. La luce che s’irradia proprio dall’apertura esplosa nel vetro è una risposta alla brutalità del sacrificio imposto.

Tutte le tappe del tour 2017:
27/3 – 8/4, Museo San Fedele. Itinerari di arte e fede, Milano
11/4 – 23/4, Museo diocesano “Adriano Bernareggi”, Bergamo
24/4 – 7/5, Collezione Paolo VI, Concesio (Brescia)
8/5 – 17/5 – Museo Baroffio e del Santuario del Sacro Monte, Varese
18 /5 – 25/5, Museo del Tesoro del Duomo, Vercelli
26/5 – 8/6, “Kronos” – Museo della Cattedrale, Piacenza
9/6 – 22/6, Museo diocesano del Capitolo, Cortona (Arezzo)
23/6 – 9/7, Museo diocesano, Fabriano (Ancona)
10/7 – 26/7, Museo diocesano, Molfetta (Bari)
27/7 – 10/8, Museo diocesano “San Matteo”, Salerno
11/8 – 26/8, Museo diocesano e del Codex, Rossano (Cosenza)
27/8 – 12/9, Museo diocesano “Mons. Aurelio Sorrentino”, Reggio Calabria
13/9, Casa Museo del Beato Giuseppe Puglisi, Palermo


Aldo Premoli, milanese di nascita, vive tra Catania, Milano, New York e Washington, dove lavorano i suoi figli. Tra il 1980 e il 1982 collabora con le riviste “Belfagor” di Luigi Russo e “Alfabeta” di Nanni Balestrini. Nel 1984 cura l’edizione di “Moda e Musica nei costumi di Sylvano Bussotti”. Giornalista professionista, tra il 1989 e il 2000 dirige periodici specializzati nel settore tessile abbigliamento come “L’Uomo Vogue”, “Vogue Pelle” e “Vogue Tessuti”. Nel 2001 fonda Apstudio, che fornisce consulenze di comunicazione e trend forecasting ad aziende e associazioni industriali italiane e straniere Nel 2013 e 2014 dirige “Tar magazine”, rivista di arte scienza ed etica. Blogger di “Huffington Post Italia” e Global “Risk Insight”, nel 2016 ha pubblicato – insieme all’economista Maurizio Caserta – “Mediterraneo Sicilia Europa. Un modello per l’unità europea” e ha fondato l’Associazione Mediterraneo Sicilia Europa. Progetto Maurizio Caserta e il Centro Studi sulle migrazioni che porta lo stesso nome.