È strana perché non si occupa delle nuove nomine appena fatte, con alcuni nomi davvero interessanti che meriterebbero ben più di qualche interpellanza, tra ritorni di cognati illustri e persino condannati reinsediati negli stessi posti del misfatto: ci torneremo… Intanto vediamo di che si tratta?

Quella di cui intanto ci occupiamo oggi è stata depositata all’ARS lo scorso 19 novembre, prima firmataria Angela Foti: “Verifica della conformità ai requisiti di legge della documentazione prodotta dai candidati in merito alla nomina dei Direttori generali delle aziende ospedaliere di Catania.”

Il periodo che l’intero gruppo parlamentare 5Stelle chiede di indagare riguarda niente meno che quello intercorrente tra il 2009 e il 2012!

E corrono le voci: “Possibile che qualcuno non abbia la laurea richiesta dalla legge per fare il Direttore Generale e magari abbia dichiarato il falso?”

Dopo un lungo preambolo che chiarisce il percorso stabilito dalla legge per giungere alla valutazione dei candidati, i deputati pentastellati scrivono: “è pervenuta alla scrivente una segnalazioni anonima relativa ad evidenti disomogeneità, tali da rendere difficile persino la loro corretta comparazione di merito dei curricula dei candidati, in merito alla selezione dell’incarico di Direttore Generale, per il periodo settembre 2009/agosto2012, dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria Policlinico – Vittorio Emanuele, ARNAS Garibaldi e Azienda ospedaliera per l’emergenza Cannizzaro.

Certo, se un intero gruppo parlamentare decide di depositare un atto di questo tenore c’è da ritenere che ci sia qualcosa in più di una “segnalazione anonima”…

Viene infatti chiarito che “nei curricula dei selezionandi deve essere indicato in maniera assolutamente tracciabile il percorso scolastico, accademico, formativo e professionale attraverso l’indicazione, oltre che dei titoli di studio, anche del nome e della sede dell’istituto di scuola media superiore, della Facoltà Universitaria e degli enti e degli uffici abilitati al rilascio di attestati professionali e della data di conseguimento degli stessi; l’assenza di tali indicazioni, infatti, posta l’attuale organizzazione del sistema italiano, soprattutto con riferimento all’archiviazione, su base locale e nazionale dei titoli di studio, come è purtroppo testimoniato dalle cronache recenti, potrebbe rendere estremamente difficile l’accertamento della veridicità della documentazione.”

Non c’è dubbio che una simile interpellanza qualche curiosità la suscita e così abbiamo provato a verificare chi fossero i direttori generali che hanno gestito le aziende ospedaliere indicate nel periodo “imputato” dai deputati pentastellati.

Tra il 2009 ed il 2012 si sono alternati alla guida di Cannizzaro, Garibaldi e Vittorio Emanuele tre super manager della Sanità catanese: Francesco Poli, Angelo Pellicanò e Paolo Cantaro.

Abbiamo anche provato a recuperare i loro curricula e quelli che abbiamo trovato li mettiamo a disposizione.

In particolare è possibile, ad una prima lettura ed in merito ai requisiti richiesti in fase dichiarativa citati nell’interpellanza, rilevare che:

nel curriculum del dr. Cantaro è indicato sia il luogo che la data di conseguimento della laurea in medicina;

nel curriculum del dr. Pellicanò è indicato il luogo ma non la data di conseguimento della laurea in medicina;

nel curriculum del dr. Poli è indicata la data  ma non il luogo di conseguimento della laurea in giurisprudenza.

Ovviamente, se gli ex direttori generali volessero anticipare i tempi burocratici dell’accertamento richiesto agli uffici regionali e decidessero di inviarci copia dei loro diplomi di laurea siamo disponibili a pubblicarli con immediatezza.

Certo, quest’interpellanza è proprio strana…

Il testo integrale dell’interpellanza 5Stelle del 19 novembre 2018

Il curriculum depositato dal dr. Paolo Cantaro

Il curriculum depositato dal dr. Angelo Pellicanò

Il curriculum depositato dal dr. Francesco Poli