Prosegue oltre il comico la pantomima inscenata sulla situazione finanziaria del comune di Catania. Il primo “piano di riequilibrio” è letteralmente scomparso da oltre 430 (QUATTROCENTOTRENTA) giorni, nessuno riesce a capire quale sia la realtà, i creditori sono praticamente sul lastrico e la Corte dei Conti, invece che inviare i caschi blu dell’ONU, tollera ancora di farsi snobbare in maniera ridicola e si limita ad inviare l’ennesima lettera di diffida. Ma almeno evitino alla Giustizia Contabile l’umiliazione di dimostrare che non serve a niente! E non c’è altro da aggiungere, abbiamo già scritto tutto il possibile.