«La verità sulla trattativa tra pezzi dello Stato e la mafia non si è mai voluta accertare, specie con le commissioni parlamentari presiedute da Forgione, Lumia e Pisanu». Esordisce così Antonio Ingroia, a Catania per il tour elettorale di Rivoluzione Civile.

La location è la stessa che qualche settimana fa ha visto, di fatto, il sindaco Raffaele Stancanelli rilanciare la propria candidatura. La sala è gremita anche per la parte superiore, ma a parlare stavolta è un magistrato che è sceso o salito, a seconda degli schieramenti, in politica. La tappa catanese si conclude in un bagno di folla che però lascia scettici molti dei presenti. Riuscirà a superare lo sbarramento Rivoluzione Civile? Se la soglia del 4% sembra abbordabile alla Camera, quella dell'otto è quasi utopistica per il Senato.

 

Il discorso di Ingroia si incentra su concetto di responsabilità politica, morale, civile e penale. Insomma non basta una condanna o un'assoluzione per essere una brava o cattiva persona. Poi lancia l'idea dell'annullamento delle prescrizione nel caso in cui si venga rinviati a giudizio. Gli applausi più scroscianti partono quando parla di Berlusconi, «sarebbe impresentabile anche in Guatemala» e sul PD a proposito di impresentabili «anche il Partito Democratico ha fatto il suo bel pasticcio con Crisafulli e Papania».

POLITICA DA TEATRO

In queste elezioni politiche, a torto o a ragione, l'unico che sceglie le piazze e le riempie e Beppe Grillo e il suo Movimento 5 Stelle. Gli altri scelgono teatri e cinema. É il caso del PD che qualche giorno fa al Teatro Sangiorgi, quasi vuoto, ha ospitato gratis Dario Franceschini. Nel caso di Ingroia, trattandosi di un cinema privato e quindi a pagamento hanno riempito la sala di 800 posti. Rimane il fatto che la politica tradizionale non trova il coraggio di uscire nella strada e nelle piazze.

Nota di colore, c'erano quasi più giornalisti sul palco in veste di candidati che in platea a seguire l'evento.

[foto in copertina Salvatore Torregrossa]

IL VIDEO RACCONTO

 

foto speciale ingroia salvatore torregrossa ok.jpg
In un cinema Odeon pieno, l’ex magistrato parla della trattativa stato-mafia e poi si scaglia contro Lumia e Forgione
Autore
Vincenzo Barbagallo
Titolo Video
Ingroia a Catania