Riceviamo commenti più simili a provocazioni che sospettiamo “interessate” sulla diffusione di “novità che non ci sono” in ordine ad un’indagine di cui abbiamo dato notizia il 16 luglio 2018. Siamo attentissimi a quello che accede, ma ancor di più a come e quando raccontarle: Sudpress non spara a vanvera! L’interpretazione che qualcuno vuole dare di alcune vicende chiarisce molto bene la fase, delicatissima, in cui si trovano i vari sistemi di potere catanesi in cui la confusione tra controllori, controllati e controllanti è particolarmente inquietante. Abbiate pazienza, vedrete che è una storia molto più interessante dei suoi esiti giudiziari…a presto, state sereni…