In corso la serie di interventi straordinari per ridare dignità ad una parte di centro storico lasciata all’incuria più totale. Il Corso Sicilia verrà riconsegnato alla cittadinanza oggi dopo due giorni di grandi operazioni di pulizia dell’asse viario e dei portici sui quali insistono abitazioni ed esercizi commerciali e di scerbamento delle aree a verde. Un bel segnale, che speriamo non resti isolato

Una cinquantina complessivamente le unità di personale impiegate nel piano di azione, con l’utilizzo di diversi mezzi meccanici per il restyling della zona. Venti gli addetti ai rifiuti della Dusty, una quindicina quelli della Multiservizi, con il coordinamento del capo di Gabinetto Giuseppe Ferraro; tutti sono intervenuti ancora una volta, in una zona in cui i residenti lamentano mancanza di decoro e ripulitura, anche per via dei numerosi frequentatori che non seguono le regole del vivere civile e del corretto smaltimento dei rifiuti.

I lavori si sono svolti con la presenza di quattro pattuglie della polizia municipale che hanno elevato diversi verbali di contravvenzioni e fatto sgomberare macchine parcheggiate fuori dagli spazi consentiti e in qualche caso anche rimosse, grazie all’ausilio dei carri attrezzi di Sostare che hanno operato in sinergia per l’intera giornata.

Per il comune hanno partecipato anche quattro dipendenti delle manutenzioni, che hanno eseguito interventi di ripristino con il coordinamento del geometra Giuseppe Bonaccorsi del gabinetto del sindaco. Il primo cittadino Salvo Pogliese si è recato sui luoghi degli interventi accompagnato dall’assessore Fabio Cantarella e dal capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, per constatare personalmente l’andamento dei lavori di scerbamento, cancellazione delle scritte, eliminazione di rifiuti di ogni genere, piccoli interventi manutentivi e in generale una ripulitura dei luoghi alcuni dei quali di proprietà privata, su cui si sta valutando di intervenire con ordinanze in danno.

Rimossa anche una baraccopoli abusiva in piazza della Repubblica, che versava in condizioni igieniche pessime con grave rischio per la salute di quanti la frequentavano. I soggetti che vi alloggiavano, sono stati allontanati e invitati a usufruire delle strutture di accoglienza dei servizi sociali comunali e delle associazioni di volontariato del privato sociale. Gli operatori hanno quindi rimosso quintali di rifiuti, indumenti logori, resti di cartoni, che sotto i portici di uno stabile di piazza della Repubblica costituivano un accampamento di fortuna nel pieno centro cittadino.

Pogliese ha fatto presente che “periodicamente l’amministrazione ha disposto interventi di questo tipo nella zona di Corso Sicilia” e ha pubblicamente ringraziato il consigliere Manfredi Zammataro “per la solerzia con cui ha rappresentato le legittime rimostranze dei residenti che giustamente reclamano maggiore decoro e legalità nei pressi di Corso Sicilia”.

A conclusione degli interventi verrà ridisegnata anche la segnaletica orizzontale dell’intera area.